Cronaca Via Roma

Stalking a Bobbio: maltrattata e picchiata per anni in casa, arrestato il marito

Atti persecutori e maltrattamenti in famiglia, alle Novate un macedone grazie all'ordinanza emessa dal gip di Piacenza su richiesta della Procura

Il comando dei carabinieri di Bobbio

Per anni un macedone di 45 anni residente in Valtrebbia aveva sottoposto la moglie a maltrattamenti e percosse, senza che la donna trovasse il coraggio di denunciarlo alle forze dell’ordine. Le liti erano frequenti, soprattutto in orario serale e notturno, e spesso si risolvevano con pesanti offese, minacce ed anche percosse che l’uomo infliggeva alla moglie. Sono stati i vicini, loro malgrado coinvolti nella triste vicenda, a portare a conoscenza della situazione carabinieri di Bobbio che nel corso di un primo intervento alla fine del 2012 avevano tratto in arresto l’uomo, esagitato ed accecato dalla rabbia, per resistenza a pubblico ufficiale.

La lezione non era servita, i maltrattamenti erano continuati, anche in pubblico, e gli interventi dei carabinieri sempre più frequenti, sino a rendere necessaria la raccolta di elementi tali da consentire la formulazione di una richiesta di una misura restrittiva alla Procura per il reato di atti persecutori e maltrattamenti in famiglia.

La risposta dei magistrati arrivava velocemente tuttavia il macedone, interrotto il rapporto coniugale, faceva rientro in patria per diversi mesi rendendosi irreperibile e di fatto latitante fino alla mattina di venerdì quando, improvvisamente, si presentava sotto casa della ex moglie, che per qualche istante pensava di essere nuovamente ricaduta nel solito incubo. In pochi minuti i carabinieri della Stazione di Bobbio lo hanno raggiunto e accompagnato in caserma per la notifica della misura, traendolo in arresto e conducendolo alle Novate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking a Bobbio: maltrattata e picchiata per anni in casa, arrestato il marito

IlPiacenza è in caricamento