Perseguita e aggredisce l'ex fidanzata per mesi, arrestato un 30enne

Pedinava la sua ex, la seguiva, l'aggrediva, sembra che le abbia anche bruciato due macchine e rotto il setto nasale. I carabinieri del nucleo investigativo di Rocco Papaleo hanno arrestato un uomo per stalking

Il capitano del nucleo investigativo Rocco Papaleo

I carabinieri del nucleo investigativo hanno arrestato un uomo per stalking, si tratta di un piacentino di 30 anni, queste le iniziali R.S.T. L'uomo, pregiudicato, è accusato di aver perseguitato per mesi la sua ex compagna. La pedinava, la seguiva ad ogni ora del giorno e della notte, l'ha aggredita fisicamente diverse volte, arrivando a romperle il naso. L'aspettava sotto casa per ore ed è anche sospettato di averle incendiato due auto. L'uomo se l'era presa anche con i familiari di lei, colpevoli a suo dire della rottura della loro storia d'amore, con gli amici e con i colleghi di lavoro. Insomma le ha reso la vita un inferno anche con centinaia di chiamate al giorno.

I carabinieri hanno cominciato ad indagare all'inizio dell'estate appena passata in seguito alla denuncia della ragazza che dopo aver lasciato l'uomo si è rivolta ai militari per essere aiutata. Il ragazzo era già noto agli uomini del capitano Rocco Papaleo come consumatore smodato di cocaina. Addirittura, racconta la donna, lui la costringeva a fargli da corriere per la droga e a mantenere i rapporti con gli spacciatori.

I militari dopo aver raccolto, non senza difficoltà, infatti l'uomo è molto temuto nell'ambiente della malavita piacentina, diverse testimonianze, per la pericolosità reale della situazione che avrebbe potuto degenerare in ogni momento ai danni della donna, lo hanno arrestato grazie anche alla velocità dell'emissione da parte del gip dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Dice il capitano Papaleo: «Ci siamo trovati di fronte ad un vero caso di stalking e ad un persona che avrebbe potuto compiere gesti ben più gravi e irreversibili delle telefonate o dei pedinamenti. La gelosia e l'ossessione che provava per la sua ex possono essere paragonate a quelle di Luca Delfino che in Liguria uccise due sue ex fidanzate». E ancora, rivolgendosi alle donne: «Non abbiate paura di denunciare chi vi perseguita. Rivolgetevi alle forze di polizia. Vi aiuteremo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento