menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Repertorio)

(Repertorio)

Stalking nei confronti del marito, si presenta di notte e grida sotto casa: arrestata

Resistenza a pubblico ufficiale ed evasione. Sono queste le accuse con le quali è stata arrestata la sera del 26 agosto una marocchina di 28 anni. La quale, di recente, in diversi episodi era finita nei guai per stalking nei confronti dell’ex compagno, un piacentino di 50 anni, dal quale aveva avuto anche un figlio

Resistenza a pubblico ufficiale ed evasione. Sono queste le accuse con le quali è stata arrestata la sera del 26 agosto una marocchina di 28 anni. La quale, di recente, in diversi episodi era finita nei guai per stalking nei confronti dell’ex compagno, un piacentino di 50 anni, dal quale aveva avuto anche un figlio. 

L’episodio è nato proprio dall’ennesima azione di stalking da parte della donna nei confronti del piacentino. Nella nottata del 26 agosto si è presentata sotto l’abitazione dell’uomo, nella zona della Galleana, e ha in iniziato a suonare per entrare, e a gridare picchiando i pugni sulla porta. L’uomo ha chiamato la polizia ma intanto la donna si era già allontanata prima che arrivasse la volante. La polizia però ha rintracciato la donna, un’ora dopo, in un bar di via Colombo. «Io faccio quello che voglio, non me ne frega niente se siete poliziotti» ha detto gli agenti. Controllando i suoi documenti i poliziotti hanno scoperto che la marocchina avrebbe dovuto trovarsi agli arresti domiciliari: una misura cautelare che il Gip di Piacenza le aveva comminato qualche mese fa proprio per i comportamenti persecutori nei confronti dell’ex compagno, verso il quale aveva anche il divieto di avvicinamento e di contatto.
Per lei sono quindi scattate le manette e il processo per direttissima. Il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto nuovamente i domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento