Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Stalking tra coppie, ma cade l’accusa più grave e restano le molestie

Lui e lei denunciati da due fidanzati, ma vengono assolti. Solo la donna è stata condannata a 20 giorni di arresto per molestie sui social

Da stalking a molestie. E’ caduta l’accusa più grave per una coppia che era stata denunciata per aver perseguitato un’altra coppia. I due sono stati stati assolti dal reato di stalking, ma lei è stata condannata a 20 giorni di arresto e a un risarcimento di 800 euro. La sentenza è stata letta dal giudice Gianandrea Bussi, pm Monica Bubba, al termine di un processo durato alcuni mesi. Il giudice ha riqualificato il reato (molestie dovute a messaggi sui social), non ritenendo che ci fossero gli estremi per contestare il reato di persecuzione, così come aveva chiesto l’avvocato difensore, Sara Stragliati.

Sarà stragliati-2L’altra coppia di fidanzati si era costituita parte civile: lei con l’avvocato Mara Tutone, lui con l’avvocato Andrea Bazzani. La vicenda si era svolta, secondo le accuse della coppia che ha denunciato, tra il 2015 e il 2016 in Valdarda. Il gruppo di 50enni sarebbe venuto in contrasto quando la coppia di fidanzati ha denunciato di essere perseguitata e pedinata dai due conviventi. Una serie di insulti che sarebbero loro piovuti addosso, sui social e anche durante incontri casuali per la strada.

Secondo la difesa quei fatti, però, non sarebbero mai avvenuti. Tanto che, ha sostenuto Stragliati, né i testi del pm né quelli della difesa hanno detto di aver mai assistito ad atti molesti. Al termine, l’avvocato difensore ha chiesto l’assoluzione e, in subordine, la derubricazione dello stalking in molestie. Richiesta accolta dal giudice. La difesa valuterà il ricorso in appello dopo aver letto le motivazioni della sentenza.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking tra coppie, ma cade l’accusa più grave e restano le molestie

IlPiacenza è in caricamento