Chiusura Statale 45: garantiti i servizi essenziali 'a staffetta'

In alta Val Trebbia si lavora per garantire i servizi essenziali di trasporto scolari, pendolari e malati in vista del 2 maggio, giorno di chiusura della Statale 45 per consentire i lavori di messa in sicurezza dopo l'apertura sulla carreggiata di una 'voragine' a San Salvatore

statale-45_2In alta Valtrebbia si lavora per garantire i servizi essenziali di trasporto scolari, pendolari e malati in vista del 2 maggio, giorno di chiusura della Statale 45 per consentire i lavori di messa in sicurezza dopo l’apertura della voragine di 4 metri alla curva del Castelletto, tra San Salvatore e Marsaglia. Questa mattina sul posto l’assessore provinciale Sergio Bursi, il sindaco di Cortebrugnatella Ettore Bossini, affiancato dall’assessore Michele Lupi e dalla polizia municipale, il maresciallo Roberto Recrosio, comandante della locale stazione dei Carabinieri, il primario dell’ospedale di Bobbio Carlo Cagnoni, personale di Tempi Spa con il subappaltatore del servizio di vallata Luigi Ballerini, addetti Anas e Giovanni Castelli, titolare dell’impresa che si occuperà dei lavori (investimento complessivo 200mila euro circa).

Tempi, in attesa di predisporre un documento dettagliato, ha già annunciato che verrà mantenuto il servizio della primissima mattina (precedente alle 8), quello di metà giornata (per il ritorno di alunni e lavoratori) e della sera. In sostanza verranno eliminate solo le corse nelle fasce cosiddette “di morbida”, meno affollate, di metà mattina e metà pomeriggio. Sono 40, nel complesso, gli studenti coinvolti, che viaggiano su pullman da circa sei metri per trenta posti. I 60 metri interessati dallo sbarramento verranno percorsi a piedi - lungo un tragitto in sicurezza predisposto dall’impresa - al termine del passaggio un altro autobus effettuerà il servizio “staffetta”. Allo studio le aree per l’inversione di marcia. Il traffico sarà ovviamente inibito ai mezzi pesanti e alle auto private. Il maresciallo Recrosio ha sollecitato l’installazione di adeguati cartelli di avviso già da Piacenza, per evitare che i camionisti si avventurino per la valle ignari dello sbarramento. I lavori dureranno il tempo stimato di circa venti giorni.

Prevista l’installazione di 74micropali suddivisi su tre file parallele, la prima - più esterna - penetrerà nel terreno per 14 metri, la seconda per 9 e la terza per sei, metrature comunque variabili sulla base delle condizioni della roccia. Sul manto stradale verrà posata un’armatura metallica sulla quale verrà effettuata una colata di cemento, a formare un “solettone” che - con l’asfalto sovrastante - porterà a un innalzamento del livello stradale di circa 60 centimetri. Già da qualche giorno sono al lavoro i rocciatori che stanno provvedendo a fissare tiranti nella roccia sottostante per poi ricostruire con il cemento la parete crollata. Il trasporto “a staffetta” figura tra le possibilità individuate anche per i malati e il soccorso. Altra via di percorrenza alternativa: la strada secondaria studiata da Provincia e Comuni che congiunge Bobbio con Marsaglia (strada intercomunale di Rossarola e Provinciale di Lago). Per i casi di estrema emergenza rimane, come sempre, l’elisoccorso.

Tre soluzioni, quelle prospettate per i malati, individuate e condivise con il primario Cagnoni. Saranno i medici a stabilire il grado di urgenza del trasporto e, quindi, la via che dovranno percorrere i mezzi di soccorso. Primo cittadino, primario e impresa rimarranno costantemente in contatto per valutare lo stato del “percorso” da effettuare a piedi. La passerella predisposta dagli operai consente infatti di superare lo sbarramento senza troppa difficoltà, ma negli ultimi due giorni la posa dell’armatura metallica sulla strada e la conseguente gettata di cemento non renderanno agevole il passaggio. Riguardo al servizio guardia medica il sindaco Bossini - che è anche medico del paese - ha offerto la sua disponibilità a prolungare i propri turni, nel corso della settimana, anche per le ore notturne. Il Comune di Cortebrugnatella fa infatti riferimento alla guardia medica di Bobbio e si ripresenta quindi il problema del passaggio a Castelletto. Il sindaco richiederà un’ambulanza a disposizione del Comune per il periodo di chiusura della Statale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Torniamo a sottolineare che la ‘45’ non è di competenza della Provincia - sottolinea l’assessore Bursi - ma, trattandosi di un’arteria fondamentale e strategica per la vallata e il territorio, stiamo mettendo in campo tutte le nostre competenze ed energie per minimizzare i disagi e gestire le emergenze. Un ringraziamento particolare va al sindaco Bossini per l’impegno profuso a favore della cittadinanza, per la disponibilità che manifesta quotidianamente e per la grande attività di coinvolgimento che sta portando avanti. Sono contento che questi incontri abbiano portato a effetti concreti e una condivisione di strategie, con la collaborazione di tutti e l’importante contributo di Anas. Chiediamo la collaborazione dei cittadini per un intervento che non era certo procrastinabile e che consentirà di mettere in sicurezza la curva di San Salvatore. La strada alternativa individuata, pur essendo più lunga, è percorribile con buon senso da auto e mezzi di soccorso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento