Stazione, trovati resti umani nell'edificio Berzolla

Sul posto la polizia e la scientifica. Reperti datati, quasi certamente abbandonate dopo uno scavo in provincia

Gli addetti dell'impresa intervenuti sul posto con la polizia

Centinaia di ossa umane sono state ritrovate dalla polizia nell’edificio Berzolla alle spalle della stazione ferroviaria. E’ accaduto nella tarda mattinata di sabato 7 maggio quando gli agenti delle volanti, durante un normale giro di perlustrazione all’interno dell’edificio abbandonato, notoriamente ricovero per tossici e sbandati, hanno notato alcuni frammenti ossei a terra in una zona appartata del palazzo. Avvolte in fogli di carta stagnola sono state poi trovate lì vicino numerose ossa umane che, già da una prima analisi, sono risultate essere piuttosto datate. Seppure ben conservate, erano sporche di terra, quindi gli inquirenti sono quasi certi che si tratti di reperti provenienti da scavi effettuati da qualche parte in provincia ma, per motivi non ancora chiariti, poi abbandonati nell’area dietro l stazione.
Sul posto sono arrivati anche gli agenti della polizia scientifica per i rilievi. Insieme a loro anche il personale di una ditta di onoranze funebri che si è occupata di raccogliere i resti in alcuni grossi sacchi. Il tutto è stato poi portato all’obitorio di Piacenza a disposizione del medico legale e della Procura della Repubblica di Piacenza.

VIDEO - IL RITROVAMENTO DELLE OSSA

Schermata 2016-05-07 alle 13.48.18-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento