menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stranieri: a Piacenza sono più di 18mila. Albanesi, macedoni e romeni i più numerosi

La loro distribuzione non è omogenea: usando come riferimento gli stradari delle parrocchie, si passa dai livelli molto alti di alcune zone del centro a quelli bassi di alcuni quartieri di periferia e di alcune frazioni. I dati dell'annuario statistico del Comune

Il numero di “stranieri residenti” registrati all’anagrafe di Piacenza è stato nel 2014 di 18.634; un numero che è cresciuto costantemente a partire dagli anni Ottanta, in modo molto sostenuto nella prima decade del nuovo millennio, molto di meno negli ultimi anni, segnati dalla crisi economica. Gli stranieri residenti nel nostro territorio sono mediamente molto più giovani degli italiani: se gli stranieri sono solo il 2% dei residenti con almeno 65 anni, arrivano al 34% nella fascia d’età 20-34, poco al di sotto tra i bambini con meno di 15 anni (29.7%).  

Schermata 2015-12-16 alle 17.07.48-2Gli immigrati hanno contribuito in modo considerevole alla natalità, soprattutto nel decennio scorso, quando per molti di loro, a seguito delle regolarizzazioni dei primi anni 2000, la posizione nel  nostro paese si è stabilizzata. Le comunità nazionali di stranieri a Piacenza sono moltissime, le più numerose sono quella albanese (2.706), macedone  (2.099), romena (1.934); tra quelle di provenienza non europea le più importanti sono quella marocchina (1.693) ed ecuadoriana (1.678). La  distribuzione degli stranieri sul territorio della città non è omogenea: usando come riferimento gli stradari delle parrocchie, passiamo dai livelli molto alti di  alcune zone del centro (42.5% dei residenti totali nello stradario di S. Savino,  34.5% per S. Anna) a quelli bassi di alcuni quartieri di periferia (4.5% per la  parrocchia si S. Vittore) e di alcune frazioni. Si legge nell'annuario statistico 2015 del comune di Piacenza.

Gli alunni stranieri sono il 28% degli alunni delle materne e il 26.5% di quelli delle elementari. A riguardo di queste ultime possiamo notare come la distribuzione degli stranieri sia molto  diseguale tra i vari istituti. Si passa da scuole con meno del 10% di alunni stranieri residenti ad altre con percentuali molto elevate (oltre il 70% per  alcune realtà del centro storico). Accanto alle scuole pubbliche sono presenti  dalle materne fino alle superiori le scuole paritarie parificate. In termini di  alunni il loro peso è notevole per le materne (34.8%) ma si riduce rapidamente  nelle scuole del ciclo dell’obbligo (6.1% per le elementari, 1.9% per le medie)  e per le scuole superiori (2.4%, che sale al 3.8% se ci limitiamo a considerare i  soli licei). Gli studenti stranieri nelle scuole secondarie sono complessivamente il 14.1%; decisamente più  rappresentati negli istituti professionali (30.2%) rispetto a tecnici (15.9%) e  licei (5.5%).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento