Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Facsal / Viale Pubblico Passeggio

«Sua figlia ha investito un bambino», anziani truffati per 80mila euro

Hanno fatto credere loro che la figlia aveva travolto in auto un bambino e che per evitarle l'arresto dovevano consegnare tutti i soldi che avevano. In questo modo odioso due ultraottantenni sono stati truffati da una coppia di malviventi senza scrupoli

Immagine di repertorio

Hanno fatto credere loro che la figlia aveva travolto in auto un bambino e che per evitarle l'arresto dovevano consegnare tutti i soldi che avevano. In questo modo odioso due ultraottantenni sono stati truffati da una coppia di malviventi senza scrupoli. Tutto è successo nel pomeriggio del 21 febbraio. La coppia si trovava in casa, nella zona del Pubblico Passeggio, quando ha ricevuto una telefonata da una donna che si è spacciata per la figlia: piangeva e diceva di essere stata arrestata dopo aver ferito gravemente un bambino con l'auto. I genitori hanno capito che non si trattava della figlia ma quando la donna ha passato il telefono a un uomo che si è finto notaio si sono spaventati: avrebbero dovuto pagare 17mila euro per evitare che finisse in galera. In confusione e molto agitati sono andati in banca a ritirare tutto ciò che avevano in una cassetta di sicurezza, circa 80mila euro tra contanti e gioielli. I due malviventi, molto abili, hanno tenuto l'uomo al telefono cellulare per tutto il tempo necessario, mentre contemporaneamente continuavano a telefonare sul fisso: in questo modo hanno impedito che i coniugi potessere effettivamente chiamare i carabinieri o la figlia, quella vera. Una volta presi soldi e gioielli l'anziano li ha consegnati sottocasa ai truffatori che si sono dileguati in pochi secondi. Quando hanno capito di essere stati derubati hanno chiamato i carabinieri della stazione principale che hanno avviato le indagini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sua figlia ha investito un bambino», anziani truffati per 80mila euro

IlPiacenza è in caricamento