menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Al centro il capitano Gianluca Muscatello e il capo di Gabinetto della questura Filippo Sordi

Al centro il capitano Gianluca Muscatello e il capo di Gabinetto della questura Filippo Sordi

Sul cellulare il catalogo della merce rubata: ladro inseguito e arrestato da polizia e carabinieri

Con l'accusa di furto aggravato e ricettazione è finito in manette un romeno di 30 anni. Dopo due colpi a Pieve Dugliara e a Gossolengo è stato inseguito dai carabinieri e poi bloccato in città dalle volanti della polizia. In casa refurtiva per 15mila euro, nello zaino attrezzi da scasso

In auto attrezzi da scasso e monete, sul cellulare la merce catalogata per tipologia e quantità e in casa refurtiva per circa 15mila euro. Con l'accusa di furto aggravato e ricettazione è finito in manette un romeno di 30 anni con precedenti penali nullafacente e senza fissa dimora. Ad arrestarlo congiuntamente i carabinieri di Rivergaro, guidati dal luogotenente Roberto Guasco e i poliziotti delle volanti su disposizione del pm Matteo Centini. Tutto è successo nella notte del 22 agosto. I carabinieri di Rivergaro si sono precipitati all'autolavaggio a Piede Dugliara, Mc Wash: era scattato l'allarme. Una volta sul posto hanno verificato come qualcuno avesse scassinato una macchinetta cambia moneta e la gettoniera. Poco dopo un altro allarme: questa volta alla cava Inertec a Gossolengo.

Anche in questo caso era stato rubato un fondo cassa. I carabinieri però questa volta hanno trovato il ladro mentre si stava allontanando a bordo di una Citroen C3 a fari spenti: aveva imboccato una strada sterrata per dare meno nell'occhio, invano. Lo hanno seguito fino ad arrivare in città, in viale Patrioti. ok ladro-2Le centrali operative dell'Arma e della polizia si sono coordinate - fanno sapere il capitano Gianluca Muscatello e il capo di Gabinetto Filippo Sordi  - e per competenza di zona quella notte, sul posto sono arrivate le volanti che hanno bloccato l'auto insieme ai carabinieri e portato in questura il romeno. In uno zaino, trovato a bordo, erano riposte forbici, un passamontagna, una torcia, guanti, nastro adesivo, cacciaviti: il kit del ladro, oltre a gettoni con il marchio Mc Wash e monete per circa 400 euro. La refurtiva ha inchiodato il 30enne. Nella notte i carabinieri e la polizia hanno perquisito la sua abitazione a Travo (convive con la compagna) e hanno trovato una sorta di magazzino di merce rubata per circa 15mila euro e anche chiavi di abitazioni e aziende già razziate nei mesi scorsi. Il 30enne, che pare agisse da solo, avrebbe messo a segno una decina di colpi in Valtrebbia. Tutto il materiale è stato sequestrato e nei prossimi giorni sarà riconsegnato ai legittimi proprietari anche grazie al catalogo e al listino che il ladro aveva sul proprio cellulare. «La collaborazione tra polizia e carabinieri è fondamentale per il cittadino. E questo arresto lo ha dimostrato ancora una volta», fanno sapere da questura e Arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

social

Bonus vacanze 2021: come funziona?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento