rotate-mobile
Cronaca

Tafferugli davanti all'Ikea, la Procura apre un fascicolo

Nelle prossime ore potrebbero già esserci degli indagati dopo gli scontri tra forze dell'ordine e manifestanti avvenuti venerdì scorso all'ingresso del deposito centrale al polo logistico. il pm sta vagliando le ipotesi di reato

La procura della Repubblica di Piacenza ha aperto un fascicolo di indagine dopo gli scontri avvenuti venerdì scorso tra forze dell'ordine e manifestanti all'esterno del deposito centrale al polo logistico, dove un gruppo di lavoratori e alcuni simpatizzanti della sinistra e dei centri sociali, hanno sbarrato uno degli ingressi principali dell'area. Polizia e carabinieri, dopo diversi tentativi di mediazione, compreso quello del sindaco Paolo Dosi, avevano usato la forza per sciogliere il picchetto e disperdere i manifestanti. Ne erano nati alcuni momenti di tensione, con qualche carica ed azione energica da parte degli agenti che hanno anche utilizzato i gas lacrimogeni.

In seguito, alcuni manifestanti erano stati portati al pronto soccorso - nessuno in gravi condizioni - ma sul posto erano già iniziati gli accertamenti della Digos e della questura. Al momento, il pm Ornella Chicca, titolare dell'indagine, sta valutando le ipotesi di reato e già nelle prossime ore potrebbero arrivare i primi iscritti nel registro degli indagati. Sicuramente sono diverse le posizioni al vaglio in queste ore, soprattutto tra i manifestanti ma non solo.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tafferugli davanti all'Ikea, la Procura apre un fascicolo

IlPiacenza è in caricamento