Taglia la strada alla moglie dopo le minacce: 50enne arrestato

Operazione della Polizia municipale dopo la denuncia di una donna piacentina che temeva per la propria incolumità a causa delle minacce del marito che la pedinava

(Repertorio)

Un uomo piacentino è finito in manette per stalking. Lo hanno arrestato in flagranza gli agenti della sezione di Pg della Polizia municipale di Piacenza: si tratta di un 50enne che stava pedinando la moglie - con la quale è in corso una difficile separazione - quando all'improvviso con una manovra brusca e azzardata le ha tagliato la strada per bloccarla. La donna era però scortata dagli agenti in borghese che lo hanno subito fermato, sospettando che sarebbe potuto accadere qualcosa di grave. L'uomo, fermato su disposizione del pm Matteo Centini, si trova ora agli arresti domiciliari.

La donna, temendo per la propria vita, si era rivolta alla polizia municipale di Piacenza per chiedere aiuto. Aveva paura che quell'uomo, che a suo dire l'aveva minacciata spesso negli ultimi tempi, sarebbe potuto passare alle vie di fatto. Pare che abbia raccontato di minacce con un coltello, di pedinamenti sul posto di lavoro da parte del marito, di messaggi dal contenuto inquietante riguardo alla gestione dei loro figli. «Se non mi farai vedere i miei figli, non li vedrai nemmeno tu»: questo all'incirca il tenore del messaggio. 

Temendo per sé e per loro, la donna ha quindi sporto denuncia al comando di via Rogerio. In sinergia con la procura della Repubblica, è stata quindi scortata dagli agenti per evitare che la situazione potesse degenerare nelle ore successive. Infatti la sera del 23 marzo, mentre la donna stava uscendo dall'ufficio, nella zona est della città, il 50enne è arrivato con il suo furgone: quando ha visto l'auto della moglie, ha sterzato bruscamente, salendo addirittura su uno spartitraffico, parandosi davanti alla sua vettura per bloccarla tagliandole la strada. Subito dietro c'erano però gli agenti che sono scesi e lo hanno fermato. Per lui l'accusa è di atti persecutori e maltrattamenti in famiglia. 

Un vicenda in cui certamente spicca la velocità di intervento degli agenti di pg e della procura piacentina, e che ha evitato guai peggiori anche alla luce dei casi delle scorse settimane dove le donne uccise avevano denunciato i mariti ma non era accaduto nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento