Cronaca

Tagliano i ponti con le famiglie e spariscono, poi la foto insieme anche se non si conoscevano

S'infittisce il mistero sulla scomparsa del piacentino Stefano Barilli e del modenese Alessandro Venturelli. Comportamenti e caratteri simili e cambiati poco prima di sparire. Non si conoscevano poi spunta una foto dei due a Milano. Le famiglie: «Manipolati da una psico-setta?»

Stefano Barilli

«Staccati dagli amici, umorali, molto ambiziosi tanto da poter essere stati attratti da una sorta di setta che magari ha promesso guadagni facili se avessero tagliato i ponti con noi: aiutateci a ritrovarli, li aspettiamo» con speranze riposte in Svizzera in comune. Queste dichiarazioni riportate dal Corriere della Sera sono state rilasciate dalle famiglie dei due giovani (che non si conoscevano) e che sono scomparsi a Modena e a Piacenza nel giro di due mesi, si tratta dei due ventenni Alessandro Venturelli e Stefano Barilli. I due prima di lasciare la propria casa hanno compiuto, pare, gesti simili: si prendono uno zaino con biancheria intima, lasciano cellulari e dispositivi salvo prima cancellare dati e cronologie. Nei giorni scorsi anche Il Giorno e Il Resto del Carlino si erano occupati della vicenda che naturalmente è anche trattata a Chi l'ha visto in Rai. La svolta sulla scomparsa dei due ragazzi, o per lo meno una novità è rappresentata da una foto che li vedrebbe ritratti assieme alla Stazione Centrale di Milano il 18 febbraio. La mamma di Stefano a Il Giorno aveva detto di aver visto la foto (scattata da una donna che aveva visto la trasmissione Rai) e di aver notato la somiglianza per quanto il cappotto fosse troppo largo e che  famigliari di Alessandro avevano riconosciuto il proprio caro senza dubbi anche se dice la mamma di quest'ultimo «sembra abbiano una divisa, i vestiti sono uguali, eleganti ma Ale odiava il look total black». Due giorni prima di sparire Stefano era tornato a Zurigo dove si era fermato un mese. La mamma del giovane piacentino aveva dichiarato a Il Giorno: «Questi non sono comportamenti di chi ha deciso di togliersi la vita ma di chi vuole non lasciarsi nulla alle spalle. Penso che ci sia dietro un'organizzazione, una psico-setta». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliano i ponti con le famiglie e spariscono, poi la foto insieme anche se non si conoscevano

IlPiacenza è in caricamento