Tagli al Fus: a rischio anche stagione del Municipale di Piacenza?

In Italia risiede circa il 50% del patrimonio artistico mondiale eppure sembra che gli italiani ne siamo assolutamente inconsapevoli. E anche quando ne hanno coscienza si ha l'impressione che la cosa non abbia alcun valore

In Italia risiede circa il 50% del patrimonio artistico mondiale eppure sembra che gli italiani ne siamo assolutamente inconsapevoli. E anche quando ne hanno coscienza si ha l’impressione che la cosa non abbia alcun valore.

Dimostrazione è l’assoluta non curanza per questa ricchezza e la scarsa considerazione che il governo ultimamente sembra dimostrare per l’arte. Se fosse altrimenti non si spiegherebbero da un lato i vandalismi arrecati alle opere d’arte e dall’altro il recente taglio operato dal ministro dell’Economia Giulio Tremonti al Fus, Fondo unico dello spettacolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Taglio che negli ultmi giorni sembrerebbe esserre “rientrato” grazie, si fa per dire, all’aumento del costo del biglietto del cinema. Non se ne esce. Già la crisi ha tagliato i finanziamenti dei privati. Se ora ci si mette anche lo Stato il destino delle istituzioni artistiche è in serio pericolo. Nell’ambiente si parla di riduzione drastica delle produzioni teatrali per la Fenice di Venezia , la Scala di Milano e probabilmente anche per il Municipale di Piacenza. Ciò che mi stupisce però è che nessuno ne parli se non marginalmente. Capisco che i tagli alla scuola preoccupino più dei tagli alla cultura però è anche vero che un Paese civile è un paese in cui la cultura vive. La cultura ravviva gli animi, stimola gli intelletti. Non si può vivere di solo lavoro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • D'accordo ma quando c'e' poca trippa per gatti anche lo spettacolo teve tirare la cinghia. In proposito lessi ad esempio di certi "privilegi" alla Scala (dipendenti, orchestrali, spese per installazioni e spettacoli) che potrebbero benissimo venir ridimensionati. Per non parlare di certi sussidi elargiti a teatro e cinema che piu' che sussidi sono favori e do ut des (il sostegna all' arte e cultura e' un pretesto). Insomma, spiace per certi tagli ma per molti finanziamenti anziche' il taglio ci vorrebbe la soppressione totale.

    • Parole sante. Considerando certi spettacoli!

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento