Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Tarenchi segretario generale provinciale di Filctem Cgil: «Credo nel lavoro di squadra»

Tarenchi su Iren: «E' un'azienda che sta subendo forti cambiamenti anche a livello organizzativo, dobbiamo presidiare le specificità territoriali e tenere stabile il livello occupazionale e di servizi ai cittadini»

Il Comitato direttivo della Filctem Cgil di Piacenza, sindacato che organizza circa mille lavoratori dei settori della chimica, del tessile, dell'energia e della manifattura ha eletto Massimo Tarenchi segretario generale della categoria provinciale (22 votanti – su 22 aventi diritto – 21 favorevoli, 1 astenuto).

La proposta, sostenuta dal segretario Filctem Cgil Emilia-Romagna Giordano Giovannini e dal segretario della Camera del lavoro di Piacenza Gianluca Zilocchi ha avuto il consenso unanime di tutto il Direttivo.

Tarenchi, operaio della Safta, azienda chimica di Piacenza, ha 46 anni, è nato a Piacenza e ha due figlie di 7 e 15 anni. Assume questo incarico dopo un percorso interno alla categoria: parte da un'esperienza come delegato sindacale presso in Safta durata dieci anni ed è membro del Direttivo Filctem Cgil dal 2007. Da gennaio di ques'anno è stato chiamato a ricoprire l'incarico di funzionario sindacale Filctem Cgil provinciale presso la Camera del lavoro di Piacenza.

Tarenchi sostituisce Floriano Zorzella che dal 3 Agosto 2015 è stato chiamato a svolgere l' incarico di segretario generale provinciale della Filt Cgil di Piacenza.

«E' una categoria che ha attraversato momenti difficili – ha premesso Tarenchi nel suo primo discorso da segretario Filctem - all'orizzonte abbiamo questioni da tenere d'occhio, prima tra tutte quella delle proprietà di alcune importanti società del settore. In queste aziende sta arrivando liquidità da fondi finanziari: controlleremo che questa liquidità abbia obiettivi a lungo termine che vadano nella direzione del radicamento sul territorio delle stesse aziende e che non siano peggiorative sul livello occupazionale». Tra i diversi comparti di competenza della Filctem c'è quello elettrico, «Un settore in crisi per politiche energetiche sbagliate, non di prospettiva» sostiene Tarenchi.

«Enel ha dichiarato la chiusura di 23 centrali in Italia, Piacenza è salva al momento ma investimenti in sviluppo delle centrali e sulla rete di distribuzione non sono più rinviabili. Il personale è sempre meno con momenti di criticità frequenti con disservizi ai cittadini e livelli di stress e tensione tra i dipendenti chiamati ad un lavoro che definire straordinario è poco». Tra i punti qualificanti del programma di lavoro tracciati da Tarenchi «Una buona contrattazione aziendale: laddove ci sono spazi di manovra è importante con le Rsu ampliare e qualificare la contrattazione aziendale».

E proprio sui rappresentanti aziendali il nuovo segretario Filctem ha spiegato: «Daremo seguito a una formazione sindacale puntuale per le Rsu, sono le sentinelle e gli approdi dei problemi degli altri colleghi che spesso vanno al di fuori della sfera lavorativa e che possono trovarti risposte nel sistema servizi della Cgil». Immancabile, un passaggio sulla multiutility Iren: «E' un'azienda che sta subendo forti cambiamenti anche a livello organizzativo, dobbiamo presidiare le specificità territoriali e tenere stabile il livello occupazionale e di servizi ai cittadini. Per fare tutto questo – ha concluso Tarenchi – io non credo all'uomo solo al comando. Amo lo sport, lo sport di squadra. Per centrare gli obiettivi c'è bisogno di tutti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tarenchi segretario generale provinciale di Filctem Cgil: «Credo nel lavoro di squadra»

IlPiacenza è in caricamento