Tempi spa, l'addio di Botti: "Ora un nuovo partner industriale"

Accolte le dimissioni di Botti dalla guida di Tempi e dei consiglieri Scaglioni e Zanetti. Per Reggi e Trespidi ora bisogna "individuare, a breve, un nuovo partner industriale affidabile, per nuovi investimenti". Presto anche il nuovo vertice, con esponenti di centrodestra

Si è svolta mercoledì 21 luglio l'assemblea di Tempi spa nel corso della quale sono state accolte le dimissioni dell'intero Cda presieduto da Paolo Botti. Hanno lasciato anche i consiglieri Athos Zanetti e Pierluigi Scaglioni. Al termine dell'assemblea il sindaco Roberto Reggi e il presidente della Provincia Massimo Trespidi hanno dichiarato congiuntamente che "le dimissioni erano state richieste da Comune e Provincia per avviare un progetto condiviso che ponga le basi al futuro dell'azienda e in particolare al trasporto pubblico locale".

UN PERCORSO COMUNE - Reggi e Trespidi sottolineano l'importanza di aver avviato "un percorso comune per migliorare la rete dei trasporti in tutto il territorio provinciale, per contemperare l'esigenza di rendere più efficiente il servizio e dare risposte efficaci ai bisogni di mobilità dei cittadini".

ORA UN PARTNER AFFIDABILE - Per entrambi si tratta "di individuare, a breve, un nuovo partner industriale affidabile, che sia in grado di portare risorse economiche per alimentare gli indispensabili nuovi investimenti senza i quali il servizio pubblico perderebbe quella qualità che oggi i cittadini giustamente pretendono. Al tempo stesso, sarà necessario - hanno aggiunto - avviare un processo di aggregazione con analoghe realtà territoriali, migliorando i conti dell'Azienda e riducendone i costi" . Il sindaco Reggi e il presidente Trespidi procederanno ora al rinnovo del Consiglio di amministrazione alla luce sia della nuova mission ad esso affidata, che della necessità che i nuovi componenti rappresentino anche l'amministrazione di centrodestra che governa la Provincia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA PROPOSTA DI AUTOGUIDOVIE - Proprio qualche giorno fa, tra le altre cose, era stata proposta dai parlamentari piacentini Massimo Polledri e Tommaso Foti (rispettivamente, Lega Nord e Pdl) la partnership di Autoguidovie italiane, gruppo attivo (e "in attivo") in diverse province della Lombardia, già titolare del servizio di trasporto pubblico a Piacenza all'inizio del secolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento