Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Tenta di andarsene con 16 telefonini nello zaino, magazziniere arrestato da Amazon

Castelsangiovanni, in manette un 33enne per furto aggravato: il valore della refurtiva è di quasi 8mila euro

La refurtiva recuperata dai carabinieri

Un magazziniere di Amazon è stato arrestato per furto aggravato: alla fine del suo turno di lavoro stava cercando di andarsene indisturbato con la bellezza di 16 smartphone nuovi nello zaino che aveva appena rubato dagli scaffali.

L'episodio è avvenuto nel primo pomeriggio del 18 giugno al deposito Amazon di Castelsangiovanni dove è intervenuta una pattuglia dei carabinieri della stazione di Castello. Nei guai è finito un uomo di 33 anni, nato in Egitto e residente in provincia di Pavia, senza precedenti penali. I militari hanno accertato che il magazziniere durante il suo turno di lavoro aveva preso 16 smartphone, di diverse marche e modelli, e 2 cover per cellulare per un valore complessivo di circa 7.500 euro. La refurtiva era stata già tolta dalle confezioni, alcune delle quali sono state poi trovate dentro al magazzino, nascosta all’interno di uno zaino e parzialmente occultata da una felpa e da un giubbotto catarifrangente.
Il magazziniere, quindi, è stato portato in caserma, arrestato per furto aggravato e trattenuto presso la camera di sicurezza del comando via Beverora in attesa del processo per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di andarsene con 16 telefonini nello zaino, magazziniere arrestato da Amazon

IlPiacenza è in caricamento