menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

In fuga con l'auto rubata dopo la tentata rapina in tabaccheria, fermato e denunciato

Si tratta di un 37enne cremonese pregiudicato: il 10 febbraio aveva tentato di rapinare una tabaccheria a Castelvetro e giovedì 11 una farmacia di Sesto ed Uniti. I carabinieri di Cremona sono riusciti ad individuarlo grazie anche al supporto alle indagini dei colleghi di Monticelli

Si sono rivelate fondamentali anche questa volta le immagini delle telecamere a lettura targhe installate sul territorio, per fermare un 37enne cremonese che il 10 febbraio aveva tentato di rapinare una tabaccheria a Castelvetro e giovedì 11 una farmacia di Sesto ed Uniti. I carabinieri del Norm di Cremona sono riusciti ad individuarlo e a denunciarlo, grazie anche al supporto alle indagini dei militari della Stazione di Monticelli, guidati dal maresciallo Raffaello Gnessi. Si tratta di un italiano pregiudicato e disoccupato, noto come assuntore di sostanze stupefacenti e acquirente degli spacciatori della Bassa e conosciuto alle forze dell’ordine per reati simili a quelli di cui si è reso protagonista nei giorni scorsi. Molto probabilmente l’incasso delle due rapine gli sarebbe servito per acquistare droga, ma gli è andata male in entrambi i casi: le titolari della tabaccheria e della farmacia sono riuscite a farlo uscire a mani vuote dai rispettivi esercizi commerciali.

Mercoledì mattina il 37enne aveva raggiunto Castelvetro con una Volkswagen Lupo, rubata ad un amico a Cremona nei giorni precedenti, il quale aveva presentato denuncia del furto. Intorno alle 11 è entrato in azione nella tabaccheria del paese con il volto coperto da un passamontagna e con la mano coperta da un sacchetto di plastica, molto probabilmente sotto il quale nascondeva un oggetto appuntito, per intimidire la commessa. Quest’ultima quando si è sentita dire più volte “Dammi i soldi, dammi i soldi!” ha iniziato ad urlare e l’uomo, spaventato, si è dato alla fuga. La titolare non ha subito sporto denuncia ai carabinieri ma i militari, ai quali era giunta voce dell’accaduto, si sono recati sul posto per un sopralluogo, acquisendo le immagini di videosorveglianza della tabaccheria.

Il giorno dopo, giovedì 11, l’uomo si è presentato di fronte al banco di una farmacia, con gli stessi abiti e con in pugno una pistola che poi si è rivelata finta. Fortunatamente in quel momento la commessa era al telefono e alla vista del rapinatore ha chiesto aiuto all’interlocutore. Anche in questo caso il 37enne è uscito di corsa e la donna ha avvertito i carabinieri della locale Stazione. I militari dell’Arma hanno raccolto la sua testimonianza e hanno preso in consegna il girato delle telecamere del negozio. Nel frattempo la targa dell’auto rubata era stata inserita nel database delle forze dell’ordine e i carabinieri hanno subito capito si trattava della stessa persona che il giorno prima aveva tentato di rapinare la tabaccheria di Castelvetro. Fondamentali anche le immagini di sistemi di videosorveglianza dei due esercizi: hanno fornito elementi in più anche sull’abbigliamento dell’uomo che risultava identico in entrambi i casi. I militari del Norm di Cremona, avendo individuato l’auto e conoscendo già il 37enne, hanno programmato alcuni appostamenti e stamattina è stato fermato alla guida dell’auto rubata. La perquisizione del veicolo ha permesso di rinvenire gli indumenti e le scarpe compatibili con quelli indossati nelle tentate rapine, una pistola giocattolo senza tappo rosso, due passamontagna ed un coltello. Il 37enne pregiudicato, è stato denunciato alla Procura della Repubblica ed ora la sua posizione è al vaglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento