Terrorizzata dall'ex che prende a pugni l'auto, salvata dalla polizia municipale

Un 53enne che già in passato aveva perseguitato la sua ex, e che aveva il divieto di avvicinarsi a lei, il 22 marzo l'ha seguita in auto, le ha tagliato la strada e le ha preso a pugni la vettura. Gli agenti del Nucleo di pronto intervento dei motociclisti della municipale l'hanno salvata prima che la situazione degenerasse

Da sinistra: il commissario Massimiliano Campomagnani, il comandante della polizia municipale Piero Romualdo Vergante, l'ispettore di Pg Massimo Mingardi. Dietro gli agenti che hanno effettuato l'arresto

E' solo grazie all'intervento provvidenziale del Nucleo Motociclisti della polizia municipale che un uomo non è riuscito a fare del male all'ex fidanzata. Il movimentato episodio è accaduto all'incrocio di via Rigolli con via De Nicola nella tarda mattinata del 22 marzo. Un 53enne di San Rocco ha seguito in auto la sua ex, una 44enne, fino a quando all'incrocio le ha tagliato la strada, e dopo essere sceso, ha cominciato a prendere a pugni l'auto completamente fuori di sé. Alcuni passanti si sono fermati e pochi secondi dopo i motoclisti della municipale, impegnati in un consueto giro di pattuglia, si sono trovati davanti la violenta scena. In pochissimi secondi hanno immobilizzato il 53enne, la donna, spaventata, è stata calmata e rassicurata. Tutti e due sono stati portati al comando di via Rogerio. Lì gli agenti della sezione di polizia giudiziaria del corpo hanno scoperto che l'uomo, con alle spalle diversi precedenti tra i quali anche l'associazione a delinquere, era stato raggiunto nel dicembre 2016 dal divieto di avvicinamento alla sua ex su tutto il territorio nazionale. Non poteva avvinarsi fisicamente a lei ovunque fosse e non poteva nemmeno contattarla telefonicamente. Per mesi il 53enne, dopo la fine della loro relazione durata un paio di anni, l'aveva tormentata e minacciata tanto che il gip di Lodi (entrambi sono di San Rocco) aveva emesso il provvedimento cautelare. Nel frattempo la donna si era trasferita a Piacenza ma l'uomo, che non si è mai rassegnato alla fine della storia, l'ha trovata, seguita e aggredita. E' stato arrestato per atti persecutori, cioè stalking. Il pm, Matteo Centini, ha convalidato l'arresto e ora si trova ai domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento