menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Immagine di repertorio)

(Immagine di repertorio)

Tonno con tracce alte di istamina, Asl: «Non mangiatelo, riportatelo al punto vendita»

Nota dell'azienda sanitaria piacentina: "Il prodotto è stato commercializzato nei punti vendita Conad della Besurica e di Rivergaro nelle giornate tra il 26 e il 28 giugno scorsi»

Allerta per una partita di tonno pinna gialla fresco con tracce di istamina superiore ai limiti consentiti dalla legge. Il prodotto è stato commercializzato nei punti vendita Conad della Besurica (Piacenza) e di Rivergaro nelle giornate tra il 26 e il 28 giugno scorsi. La segnalazione è stata diffusa nel pomeriggio dell'8 luglio con una nota ufficiale dell'azienda Asl di Piacenza.

«Coloro che avessero congelato il tonno senza mangiarlo, sono invitati a non consumare il pesce e a restituirlo al punto vendita di acquisto. Secondo i controlli effettuati dal dipartimento di Sanità pubblica Ausl dopo una prima segnalazione, il prodotto in questione ha un contenuto di istamina superiore al limite massimo consentito dalla legge. Il consumo può provocare sintomatologia variabile da cefalea, eruzioni cutanee, prurito, senso di calore fino a reazioni allergiche. Su indicazione dei tecnici Ausl, i supermercati nei quali il tonno è stato venduto, a tutela dei propri clienti, hanno già provveduto a esporre apposita segnaletica di avvertimento».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento