Torna alla sua auto e trova un ragazzo che dorme sui sedili, rissa tra ubriachi in riva al Po

L'occupante abusivo dell'auto è stato morso alla guancia dal proprietario della vettura: la rissa è avvenuta sul lungo Po all'uscita di un locale. Sul posto le volanti

la polizia e l'ambulanza sul posto (FOTO GATTI)

Increscioso episodio quello avvenuto nella serata del 24 agosto sul lungo Po a Piacenza. Un piacentino di 25 anni ha trovato un 26enne marocchino che dormiva nella sua auto in stato di ubriachezza. Dopo averlo tirato giù con la forza, lo avrebbe picchiato insieme ad un amico, un 37enne arrivato nel frattempo in suo aiuto. Tutti i protagonisti della vicenda erano in stato di ebbrezza. Tutto ciò è accaduto nel parcheggio del locale Boat sul lungo Po in via Nino Bixio. Ne è nata una colluttazione fino all'arrivo dell'addetto della sicurezza del locale, un romeno, e delle volanti della polizia. Da quanto ricostruito il proprietario dell'auto, dopo aver passato la serata con amici, stava per salire a bordo della sua vettura quando ha notato lo straniero che dormiva sui sedili. A quel punto lo ha scaraventato a terra e con un amico lo ha iniziato a picchiare fino a quando il marocchino  si è svegliato e ha reagito, aggredendo a sua volta i due italiani e riuscendo a mordere al viso il 25enne, tanto da provocargli una vistosa ferita. Lo straniero è stato portato in ospedale da un'ambulanza della Croce Bianca: ne avrà per 21 giorni. Il piacentino è stato medicato alla guancia e ora dovrà sottoporsi alla profilassi sanitaria prevista. I due amici italiani saranno denunciati per lesioni e sono stati già sanzionati per ubriachezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento