rotate-mobile
Cronaca Via Taverna Giuseppe

Tossicodipendente ruba venti flaconi di collirio all'ospedale: «Lo uso come droga»

Ha rubato flaconi di collirio e ai poliziotti che lo hanno bloccato ha detto: «Scusate, sono un tossicodipendente e me lo inietto». Movimentato episodio nella mattinata del 19 ottobre nel reparto di Oculistica dell'ospedale di Piacenza. In manette un 32enne ucraino

Ha rubato flaconi di collirio e ai poliziotti che lo hanno bloccato ha detto: «Scusate, sono un tossicodipendente e me lo inietto». Movimentato episodio nella mattinata del 19 ottobre nel reparto di Oculistica dell'ospedale di Piacenza. Un 32enne ucraino è stato arrestato per furto aggravato dopo essere stato sorpreso dai sanitari mentre in reparto rubava venti di flaconi di Visumidriatic, un collirio, per circa 300 euro. Il personale ha chiamato il 113 che ha intercettato l'uomo poco dopo. Gli infermieri, nell'attesa dell'arrivo della polizia, lo hanno rincorso fino in via Campagna dove poi è stato bloccato dalle volanti. Lo straniero, che, oltre a essere disabile e tossicodipendente, è anche affetto da Epatite C e da diabete, era riuscito a disfarsi dei prodotti buttandoli in un cassonetto. E' stato arrestato per furto aggravato e processato per direttissima. E' comparso in tribunale difeso dall'avvocato Francesca Manfrinato, davanti al giudice Luca Milani e al pm Sara Macchetta. L'arresto è stato convalidato, il processo rinviato. La difesa ha chiesto e ottenuto i domiciliari, il pm invece aveva chiesto la custodia cautelare in carcere. In aula lo straniero avrebbe detto che nel suo paese quel tipo di prodotto era venduto in farmacia liberamente e che gli serviva per iniettarselo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tossicodipendente ruba venti flaconi di collirio all'ospedale: «Lo uso come droga»

IlPiacenza è in caricamento