Morte della 73enne in piazza Duomo, la procura indaga per omicidio colposo

La donna, 73enne di Castellarquato, è morta nella mattinata del 18 maggio dopo essere caduta in piazza Duomo in un punto dove il porfido era sconnesso e non allineato. Il sostituto procuratore Ornella Chicca ha anche disposto l'autopsia

Il punto dove è caduta la donna

La procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo al momento senza indagati per la tragica morte di Giuseppina Paiella. Il sostituto procuratore Ornella Chicca ha anche disposto l'autopsia mentre si attendono i risultati dei rilievi della polizia locale. La donna, 73enne di Castellarquato, è morta nella mattinata del 18 maggio dopo essere caduta in piazza Duomo in un punto dove il porfido era sconnesso e non allineato. A raccontare immediatamente quanto accaduto l'avvocato Daniele Gardi che ha assistito alla scena ed è stato uno dei primi soccorritori, con lui anche un medico di passaggio e altri passanti. La procura ha anche disposto l'autopsia per indagare le cause esatte del decesso, ossia se la donna si sia sentita male prima della caduta o se invece la sua morte sia stata provocata proprio dall'impatto con il porfido. Le indagini sono condotte dalla polizia locale. I tempestivi soccorsi del 118 purtroppo si erano rivelati vani: la donna era morta all'arrivo in ospedale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento