Trasloca e si mette in malattia per evitare il carcere, i carabinieri seguono la fidanzata e lo arrestano

Immagine di repertorio

Doveva scontare 4 anni e 7 mesi per un cumulo pene per svariati reati (tra i quali tentata violenza privata e favoreggiamento della prostituzione compiuti nei primi anni Duemila, nel 2010 e nel 2011) e ha cercato di sparire ma è stato arrestato e portato alle Novate. La manette ai polsi di un 49enne campano sono scattate nella tarda mattinata del 3 dicembre dopo diversi giorni di accertamenti e indagini da parte dei carabinieri del Nucleo Investigativo. L'uomo, che a Piacenza fa l'operaio, sapendo probabilmente della condanna imminente, si è dato per malato per una settimana, nel frattempo ha traslocato e parcheggiato l'auto lontano da casa: in questo modo pensava forse di ritardare l'arresto, ma non aveva fatto i conti con i carabinieri che già gli stavano alle costole. I militari hanno seguito per alcune ore la sua fidanzata che li ha portati dritti dritti dal compagno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 23 anni nell'auto che si ribalta più volte nel campo

  • Travolta da un’auto dopo lo schianto contro il guard rail, Valentina muore a 22 anni

  • Tragico schianto in A21, muore giovane piacentina

  • Piacenza vota il centrodestra ma l'Emilia-Romagna conferma presidente Bonaccini

  • I risultati nei 46 comuni del Piacentino: uno solo per Bonaccini

  • Tir si schianta contro una casa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento