Travo, chiusura in bellezza per il progetto “Una mela al giorno”

Grazie alla generosità dei travesi e non solo sono stati raccolti 550 euro tramite una serata benefica presso la Pizzeria "La Minerva" a cui hanno partecipato circa 70 persone. I fondi raccolti sono stati devoluti all'Associazione "L'Assistenza delle Piccole Cose"

Il Comune di Travo ha chiuso in bellezza il ciclo dedicato alla salute denominato “UNA MELA AL GIORNO”. Grazie alla generosità dei Travesi e non solo, mercoledì scorso sono stati raccolti 550,00 Euro tramite una serata benefica presso la Pizzeria “La Minerva” a cui hanno partecipato circa 70 persone. I fondi raccolti sono stati devoluti all’Associazione “L’Assistenza delle Piccole Cose” formata da infermieri e medici volontari che ogni sabato mattina, a titolo completamente gratuito, aprono e gestiscono il punto prelievi di Travo dando un servizio molto apprezzato sia dai residenti che dai turisti che in estate si recano a Travo in vacanza.

I ringraziamenti da parte dell’Associazione sono stati fatti, a tutti i presenti, dalla Presidentessa dell’Associazione Gaetana Droghi che ha sottolineato che non si aspettava così tanta riconoscenza visto che lei e i colleghi infermieri fanno solo “piccole cose” con grande piacere per essere d’aiuto alle persone. Durante la serata il Sindaco ha voluto ringraziare tutte le associazioni che hanno partecipato al progetto, in particolare Auser Circolo VerdeValle che ha realizzato buona parte degli eventi oltre alle camminate salutari.

Il  progetto  ha previsto la realizzazione di 10 serate informative che hanno spaziato dalla prevenzione del tumore al seno, alle dipendenze, ai consigli per invecchiare bene e per fare movimento in modo corretto, ai corsi per l’utilizzo del Defibrillatore e per la disostruzione pediatrica, alle strategie per evitare le truffe e alle modalità per effettuare in modo corretto le chiamate di emergenza. Inoltre sono stati realizzati tre screening; nel mese di Maggio in collaborazione con Progetto Vita si è tenuto lo screening cardiologico mentre nel mese di giugno sono stati realizzati lo screening ecografico e la giornata del respiro.

Nell’ambito del progetto sono state inoltre realizzate due cene benefiche: la prima per Armonia Onlus e l’ultima per l’Associazione degli Infermieri. In totale il progetto ha coinvolto circa 700 persone che hanno aderito alle serate, o agli screening o alle camminate e sono state prese in considerazione tutte le fasce d’età. L’ultimo screening effettuato in data 29 maggio che ha visto la presenza dell’Associazione A.P.A.R ha raccolto circa 50 persone che si sono sottoposte alla spirometria e alla valutazione del Dott. Bottrighi già primario dell’U.O. Pneumologia dell’Ospedale di Piacenza.

Durante il discorso conclusivo il Sindaco ha ricordato che Il progetto, caratterizzato dal simbolo di una mela rossa, lucida e sana, che ha  contraddistinto tutto il materiale informativo, riprendeva il detto  “una mela al giorno toglie il medico di torno”, “sicuramente i medici non li abbiamo tolti di torno, anzi li abbiamo portati a Travo per dare informazione, con la speranza e l’augurio che l’impegno del Comune e delle Associazioni siano serviti a vivere meglio e in salute” Il Sindaco ha ricordato che il progetto sarà ripreso nell’anno prossimo per proseguire il cammino intrapreso.

IMG_1617-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento