menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Travolgono la gazzella dei carabinieri, restano in carcere i due ladri kosovari

Restano in carcere in attesa dell'interrogatorio di convalida davanti al Gip i due kosovari arrestati l'altra notte ad Alseno dopo aver aggredito una pattuglia dei carabinieri del Nucleo radiomobile di Fiorenzuola che li aveva sorpresi mentre tentavano di rubare in zona

Restano in carcere in attesa dell’interrogatorio di convalida davanti al Gip i due kosovari arrestati l’altra notte ad Alseno dopo aver aggredito una pattuglia dei carabinieri del Nucleo radiomobile di Fiorenzuola che li aveva sorpresi mentre tentavano di rubare in zona. I due stranieri sono ritenuti dagli inquirenti non banali ladri, ma criminali di un certo spessore dati i loro numerosi precedenti penali specifici e le espulsioni dall’Italia che gravavano su di loro, oltre al comportamento che hanno tenuto nelle concitate fasi dell’arresto.

I due, insieme a un terzo complice poi fuggito e che è tuttora ricercato, avevano travolto la gazzella dei carabinieri con la potente Audi RS4 sulla quale viaggiavano. A bordo tutti gli arnesi da scasso necessari ad agire, e anche radio in grado di intercettare le forze dell’ordine.

I due sono accusati di resistenza, lesini aggravate e tentato furto: sono difesi da un difensore di fiducia, l’avvocato Antonio Dameglio del Foro di Milano.  Uno dei due carabinieri ha riportato una prognosi di due settimane per la frattura del setto nasale che gli ha procurato uno dei due malviventi con un pugno durante la colluttazione. Il gip di Piacenza ha ora cinque giorni di tempo per l’interrogatorio nel quale dovrà anche decidere sull’eventuale applicazione di una misura cautelare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento