Cronaca

Travolto e ucciso da una lastra d'acciaio, tre indagati

Morte di Domenico Bossalini a Calendasco. Sono tre le persone iscritte nel registro degli indagati: il responsabile della sicurezza, il legale rappresentante e un carrellista. La procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo

I vigili del fuoco sul posto

Morte di Domenico Bossalini a Calendasco. Sono tre le persone iscritte nel registro degli indagati, si tratta del responsabile della sicurezza, del legale rappresentante e di un carrellista. La procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Il 68enne di Podenzano, nononostante fosse in pensione, lavorava a chiamata come saldatore alla ditta Petrol Raccord di Ponte Trebbia dove il 21 maggio ha trovato la morte. L'uomo era al lavoro all'interno di un'officina quando era stato travolto da una pesantissima lastra di acciaio, pare uno stampo che stava cambiando. Un peso enorme che lo ha schiacciato al petto e lo ha ucciso sul colpo. I sanitari del 118, giunti sul posto con l'automedica da Piacenza, hanno solo potuto constatare il decesso. Sul posto anche due squadre dei vigili del fuoco che, con l'impiego dell'autogru, hanno lavorato a lungo per liberare la salma sulla quale il 22 maggio è stata svolta l'autopsia. Delle indagini se ne stanno occupando i carabinieri di San Nicolò guidati dal luogotenente Vincenzo Russo, coordinati dal sostituto procuratore Daniela Di Girolamo. L'area dell'infortunio mortale è stata posta sotto sequestro. Bossalini lascia la moglie e un figlio che lavora nell'amministrazione proprio della stessa azienda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto e ucciso da una lastra d'acciaio, tre indagati

IlPiacenza è in caricamento