Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca Farnesiana / Via Marinai D'Italia

Tre cassonetti incendiati al Peep, residente si ustiona nel tentativo di spegnere il rogo

«Viviamo nel terrore, non ne possiamo più e prima o poi ci scappa il morto», sono molti i residenti di via Marinai d'Italia esasperati dalle tante, troppe situazioni di degrado che si verificano da anni nel quartiere

I cassonetti in fiamme

«Viviamo nel terrore, non ne possiamo più e prima o poi ci scappa il morto», sono molti i residenti di via Marinai d'Italia esasperati dalle tante, troppe situazioni di degrado che si verificano da anni nel quartiere. In particolare nell'ultimo anno, per intensificarsi negli utlimi mesi, via Marinai e alcune vie vicine, sono prese di mira da un piromane (come succede da ancora più tempo nel quartiere dello Stadio). Alberi, cassonetti, materassi, rifiuti, auto, motorini dati alle fiamme solo nelle ultime settimane sia di giorno sia di notte. Nella serata del 26 aprile l'ennesimo episodio ma stavolta un residente è rimasto ustionato nel tentativo di spingere i cassonetti lontano dai balconi per evitare che il fumo salisse verso gli appartamenti. Ora si trova in ospedale: ha riportato ustioni su braccia e gambe, nonostante la criticità delle lesioni non sarebbe in pericolo di vita. Da quanto appreso l'uomo era in casa con la sua famiglia quando ha visto le fiamme ma specialmente il fumo che stava raggiungendo i balconi dell'edificio all'altezza dei civici 7-10, si è precipitato in strada. Ha cercato di allontanare i bidoni dai portici ma nel farlo è rimasto ustionato. Immediato l'intervento del 118, dei vigili del fuoco e della polizia locale. Alcuni residenti hanno spiegato di aver visto scappare, per quanto riguarda gli episodi passati, un uomo tarchiato. Qualche residente ha anche detto che qualcuno usa i garage abbandonati e seminterrati  di alcuni edifici del quartiere per prostituirsi, oltre che per spacciare droga. Sul posto anche Giuseppe Albano, portavoce di tanti residenti del quartiere: «Sono già due anni e mezzo che abbiamo fatto una raccolta firme per chiedere le telecamere perché così non si può più andare avanti». Le indagini sono in corso.

incendio doloso peep-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre cassonetti incendiati al Peep, residente si ustiona nel tentativo di spegnere il rogo

IlPiacenza è in caricamento