menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Trebbia e Statale 45 nel mirino dei carabinieri, 31 giovani nei guai per droga

Valtrebbia passata al setaccio nell’ultimo weekend dai Carabinieri della Compagnia di Bobbio

Con l’aumento della mobilità  sono stati intensificati i controlli stradali nelle aree a maggior afflusso di villeggianti, 31 sono stati i giovani segnalati quali assuntori di sostanze stupefacenti alla competente Prefettura e quasi 100 grammi di droga sequestrata tra cocaina, marijuana e hascisc. Le pattuglie in servizio hanno concentrato l’interesse soprattutto tra il fiume Trebbia e la Statale 45. Il servizio era finalizzato alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti. Inoltre, i militari hanno rafforzato i servizi di controllo alla circolazione stradale sulle principali arterie interessate al traffico allo scopo di renderle sicure per i tanti turisti che hanno scelto come meta la media e l’alta Valtrebbia per questo terzo weekend del mese di luglio. Numerosi infatti, sono stati gli automobilisti e i motociclisti multati per infrazioni al codice della strada.

I controlli sono stati estesi anche ai luoghi di aggregazione giovanili, ai campeggi ed alle località lungo il fiume Trebbia che per la loro posizione defilata facilmente si prestano alle frequentazioni da parte di assuntori di stupefacenti. Sono stati segnalati alla prefettura come assuntori di droga dagli uomini delle Stazioni di Rivergaro, Bobbio e Marsaglia  31 giovani tra i 18 ed i 38 anni residenti nelle città o nei comuni delle province di Milano, Lodi e Pavia. Sono stati infatti controllati nei territori di Rivergaro e Gossolengo e in prossimità del fiume Trebbia nella zona di Bobbio e Corte Brugnatella, in zone decisamente isolate rispetto al normale flusso di turisti e villeggianti. In tutto sono stati recuperati e sequestrati circa 100 grammi di stupefacente tra cocaina, marijuana e hascisc e qualche spinello. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento