rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Tragedia in via Confalonieri / Porta Galera / Via San Corrado Confalonieri

Fumo invade la casa per un corto circuito, muore 38enne

A trovarlo un collega di lavoro: si era insospettito per non averlo visto per due giorni. Sul posto i carabinieri del Norme e i vigili del fuoco

Un 38enne italiano è stato trovato cadavere nella sua abitazione di via Confalonieri in città da un collega insospettito dall'assenza dell'amico dal lavoro per un paio di giorni. La vittima era un operaio che lavorava in una azienda che produce porte blindate.

Sul posto si sono precipitati i carabinieri del Norm e i vigili del fuoco. Da quanto ricostruito dalla squadra di polizia giudiziaria dei vigili del fuoco sarebbe morto soffocato, forse già due giorni fa nella notte, per aver inalato del fumo provocato da un corto circuito che però non ha dato origine ad un rogo.

A cercare di capire cosa possa averlo innescato ci sta pensando appunto la Pg di strada Valnure che sta compiendo tutti gli accertamenti. Il guasto di qualche apparecchiatura potrebbe aver provocato il fumo che poi ha invaso l'appartamento della vittima che viveva da sola e che non ha avuto scampo.

Sul posto, con i carabinieri del Radiomobile, anche il capitano Giancarmine Carusone. L'appartamento, su disposizione del magistrato Ornella Chicca, è stato posto sotto sequestro, probabilmente nei prossimi giorni sarà anche disposta l'autopsia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fumo invade la casa per un corto circuito, muore 38enne

IlPiacenza è in caricamento