rotate-mobile
In tribunale

Pensa di aver comprato otto biglietti per un concerto di Vasco e invece era una truffa

Truffata e quindi derubata di 442 euro una donna che pensava di poter andare al concerto con i suoi amici. A processo madre e figlio che una volta ricevuti i soldi sono spariti

Pensava di aver acquistato otto biglietti per un concerto di Vasco Rossi e invece stata truffata e quindi derubata di 442 euro. A raccontare in tribunale la disavventura proprio la vittima del raggiro che ha spiegato al giudice Camilla Milani (pm Monica Bubba) quanto le era accaduto. Imputati madre e figlio di Torino difesi dagli avvocati d'ufficio Paolo Campana e Gianmarco Lupi. I fatti risalgono al 2018 e la donna ha spiegato di aver cercato chi vendesse alcuni biglietti per una data del tour di Vasco di quell'anno e di aver trovato su Facebook una persona che ne vendeva otto. I due si sono parlati tramite WhatsApp e mail e lei infine ha ricaricato una Postepay. L'uomo accusato di averla truffata le avrebbe anche inviato la fotografia della carta di identità e comunicato che glieli avrebbe spediti o portati personalmente a Piacenza da Torino. Una volta ricevuti i soldi della malcapitata, è sparito. La donna ha quindi fatto denuncia e la polizia ha avviato le indagini. Come testi hanno parlato due agenti che hanno raccontato come sono risaliti ai due imputati e l'analisi delle celle telefoniche e dei tabulati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensa di aver comprato otto biglietti per un concerto di Vasco e invece era una truffa

IlPiacenza è in caricamento