Truffa on line e carta di credito clonata, quattro persone denunciate

I carabinieri della Compagnia di Bobbio hanno denunciato due persone per truffa e sostituzione di persona e due giovani per indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito

Una signora di 61 anni, residente in Alta Val Tidone, nel mese di luglio ha comprato per 800 euro un tosaerba dopo aver visto un annuncio di vendita su un social network, pagandolo con una ricarica Postepay. Ma quando il pacco non è arrivato ha cercato di contattare i due venditori, che, tra l’altro, per convincerla ad effettuare l’acquisto gli avevano inviato sulla sua utenza cellulare due fotografie di documenti d’identità, di due persone che non avevano nulla a che fare col raggiro.

Al telefono non hanno mai risposto e di fatto sono spariti. A quel punto si è rivolta ai carabinieri di Pianello denunciando l’accaduto. I militari, avviata subito l’indagine, dopo alcuni puntuali accertamenti, sono riusciti a risalire alla vera identità dei due autori del raggiro. Si tratta di due uomini di 35 e 29 anni, residenti a Crotone, entrambi con precedenti penali, che sono stati denunciati per truffa e sostituzione di persona.

Invece, altri due malviventi, un35enne residente in provincia di Messina e un 46enne di Foggia, sono stati denunciati dai carabinieri di di Bobbio, per aver clonato una carta di credito per ricaricarsi i cellulari. Ad accorgersi dell'ammanco è stata la vittima, una piacentina di 42 anni, residente in città, che dopo aver ricevuto alcuni messaggi sul suo telefono e dopo aver controllato l’estratto conto della sua carta di credito ha notato alcuni strani movimenti. Così, ad agosto,  si è rivolta ai carabinieri di Bobbio per denunciare l’accaduto. Avviati i necessari accertamenti, i militari sono riusciti ad identificare i due malviventi e a denunciarli per utilizzo indebito, falsificazione e alterazione di carte di credito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento