Truffatori senza scrupoli, due anziani derubati di 100mila euro

Due casi negli ultimi giorni ma il fenomeno è in continua crescita. L'Arma: «Non aprite mai a sconosciuti e non fidatevi di chi vi contatta e vuole soldi»

Le truffe agli anziani via telefono rappresentano il nuovo affare redditizio della criminalità comune. Solo negli ultimi giorni alcuni malviventi hanno raggirato due anziani portando via loro rispettivamnete 75mila e 25mila euro in contanti che purtroppo le vittime custodivano in casa. Il meccanismo è rodato e da tempo si ripete sempre uguale a se stesso: una voce alla cornetta comunica che a un nipote, un figlio, genero servono urgentemente dei soldi che poi passerà a ritirare un amico o un conoscente. Negli anni, nel Piacentino, è diventato di moda telefonare a casa di persone anziane, e preferibilmente sole qualificandosi magari come legali e dicendo che un parente è stato arrestato e che occorre, subito, una somma di denaro da versare all’avvocato che già ne perora la causa al fine di fargli riacquistare subito la libertà. In questo caso bisogna diffidare immediatamente : il sistema italiano non è quello statunitense e da noi, non c’è mica l’istituto giuridico della “cauzione” da depositare a favore della magistratura per tornarsene a piede libero.

Un altro spunto utilizzato dai delinquenti per spillare soldi è quello del falso incidente e nel tempo è diventato un classico della truffa agli anziani. Al telefono la voce si qualifica come figlio della vittima, o suo amico e riferisce di aver subito un incidente e di aver bisogno di un gruzzoletto per uscirne pulito dalla vicenda senza mettere in mezzo l’assicurazione. Se la vittima accetta, a casa si presenta direttamente la sedicente parte lesa che si fa regolare il conto, e tanti saluti ai soldi. I truffatori si rivolgono alle persone anziane e sole perché sono più deboli e hanno l’entrata sicura di almeno una pensioncina, per quanto povera. Le telefonate arrivano sempre ai numeri fissi e quasi mai sui cellulari. Talvolta raccolgono sommarie informazioni relativamente alla persona che hanno deciso di contattare: l’indirizzo la situazione familiare e economica, se hanno figli che vivono con loro. A chi ha dato fiducia, ed è andata ancora bene, la disavventura è costata qualche centinaio di euro.  In questo contesto, importantissima è la vicinanza dei parenti alle persone anziane e sole. Occorre ricordare ai propri parenti, specialmente ai più anziani, di non aprire la porta agli sconosciuti e se ci sono da pagare multe, bollette, etc, ci sono le modalità previste dalla legge che non sono certo quelle della consegna di contanti in mano a sedicenti avvocati, cancellieri, postini, corrieri, amici, incidentati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento