menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Repertorio)

(Repertorio)

Tunisino esce dal carcere e dà fuori di matto per evitare l'espulsione dall'Italia

Impegnativo intervento per gli agenti della questura alle prese con un immigrato 41enne pluripregiudicato appena uscito dal carcere, e che sarebbe stato imbracato sul primo volo. Ora è in ospedale sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio

Di andarsene da Piacenza e dall’Italia proprio non ne voleva sapere. Quindi, per prolungare la sua permanenza visto che era arrivata davvero l’ora di andarsene con in tasca un’espulsione, ha pensato bene di dare da matto obbligando la polizia a portarlo in ospedale per essere sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio. 

Il protagonista è un tunisino di 41 anni, pluripregiudicato e appena scarcerato per rapina. Insomma, un soggetto pericoloso che, portato fuori dalle Novate nel pomeriggio del 26 giugno, sarebbe stato imbarcato sul primo aereo per la Sicilia e spedito a Caltanissetta in un centro di accoglienza. Invece ha dato del filo da torcere fin da subito, non appena messo piede fuori dal carcere. Testate contro i muri, calci a tutti e un morso a una falange di un poliziotto che stava tentando di bloccarlo durante una crisi di pazzia. Per l’agente una prognosi di 5 giorni, mentre per contenere la furia dell’immigrato la polizia è stata impegnata in ospedale per tutta la notte. Alla fine è stato sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio nel reparto di diagnosi e cura dell’ospedale Guglielmo da Saliceto. Tra una settimana circa, una volta terminata la permanenza in ospedale, verrà nuovamente accompagnato per l’espulsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento