Ubriachi molesti, liti famigliari e tra vicini: 25 interventi dei carabinieri nel fine settimana

Il bilancio dell'Arma

Continuano a sussistere motivi di tensione intrafamiliare e non solo. Accesi diverbi e litigi l’hanno fatta da padrone negli ultimi tre giorni in città e provincia. Tra il 29 e il 31 maggio i carabinieri di Piacenza hanno eseguito ben venticinque interventi per liti e accese discussioni che hanno visto protagonisti giovani, cittadini stranieri, vicini di casa, familiari, coppie e fidanzati, in questi ultimi due casi per motivi di gelosia. L’abuso di alcolici, il disagio sociale, vecchie ruggini mai risolte che all’improvviso tornano a esplodere, questioni economiche o per l’affidamento dei figli, sono state le principali cause che avrebbero innescato le discussioni, che sono avvenute non solo tra le mura domestiche, ma anche in strada, o dinanzi al bar o negli spazi comuni dei condomini. Per fortuna tutti gli episodi non hanno avuto gravi conseguenze anche per il tempestivo intervento dei militari dell’Arma. Hanno mediato e diviso i contendenti, contribuendo a far sbollire la rabbia, finché la lite non è rientrata. In alcuni casi hanno accompagnato i protagonisti in caserma, avviando i necessari accertamenti per definire ruoli ed eventuali responsabilità.

In particolare, le pattuglie del Comando Provinciale sono intervenute otto volte per liti tra le mura domestiche tra i comuni di Piacenza, Ziano, Castelsangiovanni e Cortemaggiore. I protagonisti sono stati alcuni stranieri conviventi che avevano alzato troppo il gomito e che quindi per futili motivi hanno iniziato a litigare, due fratelli sono arrivati quasi alle mani per questioni economiche, un figlio ha discusso animatamente coi genitori, così come una coppia in via di separazione. Cinque sono stati gli interventi eseguiti per liti in strada tra Fiorenzuola, Pontedellolio, Piacenza e Borgonovo, sei invece sono stati gli interventi per liti che sono scoppiate davanti a bar o locali pubblici in Podenzano, Borgonovo e Piacenza tra avventori perlopiù ubriachi. Quattro sono stati gli episodi di liti tra vicini in Castelvetro, Gropparello e Piacenza. In un caso il motivo della lite è stato il non corretto utilizzo dei contenitori della raccolta differenziata di rifiuti. In due occasioni, a Piacenza,  i militari sono dovuti intervenire per un giovane ubriaco e tre cittadini stranieri, anch’essi ubriachi, che disturbavano in strada i passanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento