Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Ubriaco picchiava e insultava la ex moglie, condannato a 5 mesi

Maltrattamenti per 9 anni di un ecuadoriano di 35 anni. La difesa: «Pochi episodi ed erano soprattutto liti di coppia. E lui le pagava la retta dell’università»

E’ stato condannato a 5 mesi l’ecuadoriano 35enne accusato di maltrattamenti e ubriachezza, per 9 anni, verso la ex moglie di 21 (si stanno separando). Al giudice Gianandrea Bussi, che ha sospeso la pena, il pm Monica Bubba aveva chiesto la condanna due anni. I difensori dell’uomo, gli avvocati Vittorio Antonini e Maurizio Maffi, avevano chiesto l’assoluzione. L’uomo avrebbe picchiato e insultato - arrivando anche a minacciare con un coltello - la giovane moglie, in preda a una gelosia ossessiva. Per la procura, l’uomo era solito insultare e maltrattare la compagna con l’intenzione di «ledere l’integrità psicologica, morale e fisica della compagna», arrivando a umiliarla. Le avrebbe reso impossibile vedere altre persone, perché la seguiva e pedinava. In alcuni casi l’avrebbe anche colpita con pugni e schiaffi, oppure le avrebbe sbattuto la testa contro una porta. Tutte aggressioni che sarebbero avvenute sempre in stato di ubriachezza. La difesa, però, aveva contestato le accuse della procura, perché i due erano soliti litigare. E lei, in un periodo di tranquillità della vita di coppia, aveva anche ritirato la querela. L’uomo, invece, pagava la retta dell’università alla giovane. Riesplose le tensioni, le liti sono riprese. I testimoni, hanno detto i difensori si sono contraddetti dicendo solo di aver sentito urlare lui e lei. Le percosse, poi, sarebbero state tre in nove anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco picchiava e insultava la ex moglie, condannato a 5 mesi

IlPiacenza è in caricamento