Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Uccise la moglie a coltellate, confermata la condanna a 30 anni

Il 27 maggio 2018 al culmine di una lite furibonda l'aveva ammazzata a coltellate, poi si era costituito. L'omicidio avvenne nel loro appartamento in viale Dante

Le forze dell'ordine e i soccorsi del 118 sul posto dell'omicidio

Trent'anni di pena per Xhevdet Mehmeti, l'uomo che uccise la moglie, Elca Tereziu, albanese di 52 anni a coltellate nel 2018. La sentenza della Cassazione ha confermato la pena del primo e del secondo grado di giudizio (nel 2020). L'uomo è accusato di omicidio volontario. Il 27 maggio 2018 al culmine di una lite furibonda l'aveva ammazzata a coltellate, poi si era costituito. L'omicidio avvenne nel loro appartamento in viale Dante.  Quel 27 maggio di sangue resterà per sempre nella memoria di un figlio, all’epoca 17enne, che vide la madre ferita a terra. Lui cercò di soccorrerla, ma non fece in tempo. Il pm Antonio Colonna, nella requisitoria a Piacenza, aveva chiesto la pena dell’ergastolo (poi ridotta a 30 anni per la scelta del rito abbreviato) per la ferocia dell’accoltellamento - quattro i fendenti inferti - e per i futili motivi che avevano portato a quella violenta aggressione. L'uomo era difeso dall'avvocato Angelo Rovegno. Di lì la sentenza in appello e poi infine in Cassazione. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la moglie a coltellate, confermata la condanna a 30 anni

IlPiacenza è in caricamento