Cronaca

«Un cimitero per seppellire Fido? Una questione di igiene e civiltà»

Presentata in consiglio comunale la proposta del leghista Massimo Polledri per realizzare anche a Piacenza un cimitero dedicato agli animali da affezione. «Seppellirli nei giardini o in terreni pubblici non è igienico»

Un cimitero per animali

Un cimitero per il cane, il gatto, il criceto o la tartaruga? Sono in tanti probabilmente che lo vorrebbero, e oggi il consigliere piacentino Massimo Polledri presenta la sua proposta al consiglio comunale per realizzarlo anche a Piacenza. Infatti questo tipo di strutture è già presente anche in altre province italiane. «Si tratta innanzitutto di una questione di civiltà, oltre che di igiene e di sensibilità umana» afferma il leghista. «Riteniamo - ha detto - che sia giusto e opportuno permettere a chi ha avuto la compagnia di un animale per tanti anni di poter scegliere di avere un luogo dove proseguire con lui un rapporto d'affetto anche dopo la morte. Oggi purtroppo non è così a Piacenza. Infatti le spoglie degli animali vengono consegnate a Iren che le incenerisce insieme ai rifiuti domestici. C'è anche chi getta i resti di un animale nel cassonetto e questo non è igienicamente accettabile. Anche la pratica di seppellirlo nei giardini o in altri terreni pubblici crea un problema di igiene pubblica e di potenziale inquinamento. Quindi una struttura idonea, attrezzata, adeguata e creata con i giusti vicoli igienici sarebbe auspicabile».

SCARICA E LEGGI IL PDF DEL DOCUMENTO PRESENTATO DA POLLEDRI

«Il cimitero per gli animali - afferma Polledri, che ha anche interpellato l'Asl di Piacenza a tal proposito - sarebbe anche un'opportunità a livello economico e lavorativo dal momento in cui viene progettato, realizzato dalle ditte e poi dato in gestione. Teniamo presente infatti che oggi c'è molta richiesta da parte dei cittadini di un servizio come questo». A sostenere Polledri in questo progetto anche alcune associazioni animaliste piacentine (presenti Enpa e Lega nazionale per la difesa del cane). Nella struttura ipotetica pensata da Polledri, anche sulla base di altre simili già realizzate a Pavia o nel Bolognese, ad esempio, ci sarebbero sia le fosse per la sepoltura, ma anche un piccolo forno crematorio e un'area dedicata all'aspersione delle ceneri. «Poi pensiamo a una parcheggio e anche a una fermata bus visto che molti anziani porterebbero lì i loro animali venuti a mancare».

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Un cimitero per seppellire Fido? Una questione di igiene e civiltà»

IlPiacenza è in caricamento