menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marilena Massarini

Marilena Massarini

Un cortometraggio per raccontare i "Personaggi piacentini di un tempo che fu"

Questo il titolo della proiezione organizzata per mercoledì 6 aprile alle 16 alla Casa delle Associazioni di via Musso. Ad organizzare l'evento ad ingresso libero, Auser e Cineclub “G. Cattivelli” di Piacenza

“Personaggi piacentini di un tempo che fu” è questo il titolo della proiezione organizzata per mercoledì 6 aprile alle ore 16 alla Casa delle Associazioni di via Musso. Ad organizzare l'evento ad ingresso libero, sono stati Auser e Cineclub “G. Cattivelli” di Piacenza. A condurlo, invece, ci sarà Marilena Massarini. «Abbiamo preparato un collage di vecchi filmati tratti dalla nostra videoteca sulla Piacenza di ieri per presentare alcuni grandi personaggi della nostra città - hanno spiegato dal Cineclub - la nostra videoteca raccoglie più di 2mila testimonianze video che sono state riversate su dvd per essere sicuri di poter lasciare un pezzo di storia piacentina, ai posteri». Nel collage sono stati inseriti alcuni grandi personaggi della scena culturale, musicale e sociale di Piacenza: «Ci saranno i clochard storici come Tino Maestroni e Ernestino l'accattone, ci sarà Guido Ratti mentre racconta qualcuna delle sue barzellette, ci sarà uno spezzone del funerale di Egidio Carella, ci saranno i parroci don Bearesi e padre Gherardo, ci sarà il razdur Guido Lommi storico presidente della Famiglia Piasinteina, ma anche Cecco Boni attore della Filodrammatica, Umberto Lamberti compositore e cantante dialettale, la cantante Gianna Casella, Pino Spiaggi attore della filodrammatica e tanti altri». Il pomeriggio voluto da Auser per i “suoi” anziani fa parte di un progetto più ampio pensato dal Cineclub “G. Cattivelli”: «Ci piace l'idea di poter portare fuori la nostra videoteca e per questo realizziamo dei collage e dei video su diversi argomenti come quello dei personaggi piacentini o dei castelli più belli della nostra provincia. Proponiamo le nostre idee ad associazioni, a circoli e anche a centri di riabilitazione». 

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento