Venerdì, 19 Luglio 2024
Il caso

«Un errore non inviare anche i vigili del fuoco per soccorrere il giovane in Trebbia. Ora serve un confronto»

Sul caso del 28enne rimasto ferito a Travo interviene il sindacato CoNaPo: «I vigili del fuoco non sono l'unico ente da allertare in questi casi, ma sicuramente il primo»

«Riteniamo sia un dovere fondamentale di ogni componente del soccorso riuscire a mettere in campo tutte le risorse nel minor tempo possibile e questo oggi, per l’ennesima volta, non è sicuramente successo. Auspichiamo con forza la rapida attivazione di un tavolo tecnico che coinvolga tutti gli operatori del soccorso tecnico e sanitario al fine di lavorare affinché queste problematiche non si verifichino più».
Così in una nota ufficiale la segreteria provinciale del sindacato CoNaPo dei vigili del fuoco interviene in merito alla gestione dei soccorsi in Valtrebbia domenica 10 luglio, quando per soccorrere un giovane rimasto ferito dopo una caduta il 118 ha inviato personale del Soccorso alpino: il sindacato sottolinea «l’assenza dei Vigili del Fuoco sul luogo dell’evento».

«Da prime sommarie informazioni - scrive il responsabile provinciale Federico Filoscia - è subito emerso con chiarezza che l’assenza degli stessi è riconducibile al loro mancato allertamento da parte della centrale operativa 118 Piacenza Ovest che, a quanto ci è dato sapere, non sapeva della presenza dei Vigili del Fuoco sul territorio o della necessità di doverli allertare. Desideriamo inoltre sottolineare ed evidenziare per l’ennesima volta, ed a scanso di equivoci o spiacevoli strumentalizzazioni, che non riteniamo che i Vigili del Fuoco debbano essere l’unico ente da allertare, in quanto a tutela della popolazione una buona gestione del soccorso prevede la messa in campo del maggior numero possibile di risorse disponibili; ma sicuramente deve essere il primo ente da allertare tutte le volte che si intraveda la necessita di un soccorso tecnico urgente, come ad esempio in questo intervento, caratterizzato dall’immediatezza della prestazione, come peraltro chiaramente previsto dalle vigenti leggi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Un errore non inviare anche i vigili del fuoco per soccorrere il giovane in Trebbia. Ora serve un confronto»
IlPiacenza è in caricamento