Cronaca Via Colombo / Via Cristoforo Colombo

Un etto di hascisc nei calzini, marocchino arrestato

Ennesima operazione dei carabinieri di Rivergaro, denunciata la donna che era in auto con lui. Per l’uomo, un 35enne incensurato, è stato disposto l’obbligo di firma a Fidenza, dove risiede

L'hascisc

Ennesimo colpo allo spaccio di droga da parte dei carabinieri di Rivergaro. Questa volta i militari della stazione della Valtrebbia, guidati dal maresciallo Roberto Guasco, hanno gettato le reti a Piacenza, dove hanno pescato un giovane con un panetto di hascisc del peso di un etto e risultato di buona qualità. Per il 35enne marocchino sono scattate le manette per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio; la donna che era con lui, una italo-marocchina di 31, è stata denunciata. I due sono stati fermati in via Colombo, a bordo di una Opel Astra, durante i controlli antidroga predisposti dai carabinieri in tutta la provincia. I carabinieri hanno perquisito l’auto e i due e dai calzini dell’uomo è spuntato il panetto di hascisc. Il 16 luglio, il 35enne, che è incensurato, lavora e vive a Fidenza, è stato processato per direttissima davanti al giudice Sonia Caravelli e al pm Antonio Rubino. Per il giovane, che è sposato e la moglie si trova in Marocco, è stato disposto l’obbligo di firma a Fidenza. L’udienza è stata poi rinviata.

Davanti al giudice lui si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il pubblico ministero Antonio Rubino ha chiesto per il 35enne l’obbligo di dimora, il divieto di uscire nelle ore notturne e quello di venire a Piacenza. Il difensore, l’avvocato Marianna Lauria che assiste anche la giovane denunciata, ha chiesto l’obbligo di firma anche perché il marocchino ha un lavoro ed è incensurato. Il giudice ha accolto quest’ultima richiesta disponendo l’obbligo di firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un etto di hascisc nei calzini, marocchino arrestato

IlPiacenza è in caricamento