menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: il vicesindaco Elena Baio, il prefetto Maurizio Falco e il maggior generale Sergio Santamaria

Da sinistra: il vicesindaco Elena Baio, il prefetto Maurizio Falco e il maggior generale Sergio Santamaria

Un maxi tricolore abbraccerà le forze armate in piazza: «Gli uomini in divisa sono la nazione»

Sarà un 4 novembre diverso dal solito, per la prima volta le caserme scenderanno in piazza Cavalli: nel pomeriggio il Genio Pontieri e le forze dell'ordine si mostreranno alla popolazione con esercitazioni e simulazioni. I vigili del fuoco srotoleranno un maxi tricolore

«Piacenza è una città militare e noi siamo fieri che lo sia. Lo hanno dimostrato ancora una volta i tantissimi piacentini che hanno partecipato con affetto ed entusiasmo all'adunata del Secondo Raggruppamento Alpini qualche settimana fa. Per questo il 4 novembre la città vuole onorare la ricorrenza della Festa delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale con una serie di iniziative importanti e uniche». Lo ha detto il vicesindaco Elena Baio durante la presentazione degli eventi di lunedì prossimo. Con lei il prefetto Maurizio Falco e il maggior generale Sergio Santamaria, direttore del Polo di Mantenimento Pesante Nord e l'ideatore di quella che si preannucia una grande manifestazione che vuole attirare i piacentini nel salotto della città, ossia Piazza Cavalli. Per la prima volta, oltre alla mattinata istituzionale, dalle 16 in piazza avrà luogo "Caserme in piazza". 

IMG_3755-2«I miei uomini si caleranno dal palazzo dell'Ina dove srotoleranno un maxi tricolore», ha spiegato il comandate dei vigili del fuoco, Danilo Pilotti, mente l'Aeronautica (in rappresentanza del comandante dell'aeroporto di San Damiamo, il maggiore Francesco Dante) metterà a disposizione dei cittadini il cockpit di un aereo F104 dove si potrà salire e vedere da vicino tutti i comandi, la polizia e la polizia stradale, hanno spiegato il questore Pietro Ostuni e Angelo Di Legge, invece avranno un simulatore di guida che farà rendere conto a chi vorrà di come la guida in stato di ebbrezza o sotto l'influenza di droghe possa essere pericolosissima, e ancora i carabinieri invece allestiranno una scena del crimine dove gli uomini dell'Arma, spiega il maggiore Stefano Bezzeccheri, simuleranno l'intervento sul campo con la repertazione delle prove,  la guardia di Finanza, con il colonnello Daniele Sanapo, metterà a disposizione le unità cinofile antidroga, gli artificieri del genio pontieri disinnescheranno un ordigno inesploso, presenti il colonnello Salvatore Tambè. Sullo sfondo sarà allestita una mostra statica di molti mezzi militari dell'Esercito. 

«Non si tratta di uno spettacolo o di una mostra fine a se stessa ma di una giornata di dimostrazione, ossia vogliamo far IMG_3766-3vedere ai cittadini di cosa sono capaci le forze armate e le forze dell'ordine e vogliamo valorizzare competenze e professionlità dei vari corpi e reparti», ha spiegato il prefetto Maurizio Falco. «Non c'è soddisfazione maggiore per un soldato dell'affetto dei propri connazionali, un legame che va ribadito in ogni scenario e in ogni occasione. La presenza della bandiera di guerra del Secondo Reggimento del Genio Pontieri è un simbolo e porta con sé la sacralità dell'oggetto e di quello che rappresenta e donerà alla cerimonia gli onori massimi perché gli uomini in divisa sono la nazione» ha spiegato il direttore del Polo, Sergio Santamaria. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento