Un momento di formazione e di confronto: la scuola piacentina nell'anno scolastico 2015/2016

Venerdì 4 settembre a Fossadello con Morsia, Calza, Tribi, Montanari e Zilocchi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Un momento di formazione e per forza di cose anche di riflessione quello che domani, venerdì 4 settembre la FLC Cgil di Piacenza, il sindacato della scuola e della conoscenza ha organizzato a Fossadello di Caorso, all'agriturismo Boschi Celati. La Legge 107 del 2015, ossia la riforma della scuola che per il sindacato è tutt'altro che “buona” sarà al centro della giornata. Saranno presenti insegnanti, dirigenti scolastici, delegati del sindacato della scuola e i vertici della Flc di Piacenza e dell'Emilia-Romagna. Con la presenza anche del segretario generale della Camera del Lavoro che introdurrà i lavori. Il programma prevede la registrazione dei partecipanti dalle 9 alle 9,30 e subito dopo il saluto di Zilocchi. La riforma della scuola e i contenuti della Legge 107/15 saranno al centro dell'intervento di Manuela Calza, segretaria piacentina della Flc, previsto per le 9,45. A seguire Barbara Montanari e la stessa Calza prenderanno in esame la situazione specifica dell'anno scolastico 2015/2016 che si sta per aprire e introno alle 10,40 è previsto l'intervento di Fernando Tribi sulla situazione specifica del personale Ata.

Verranno affrontanti anche i compiti dei rappresentanti sindacali nelle scuole, le RSU sempre da Montanari e la mattina finirà con l'intervento di Raffaella Morsia, segretaria generale della Flc Cgil Emilia-Romagna. Nel pomeriggio spazio al dibattito e alle repliche. Tutta la giornata sarà coordinata da Giovanni Zavattoni.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento