rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Piazza della Cittadella

Un nuovo futuro per l'Ente Farnese grazie al Fai e all'Ordine degli Architetti

La partnership fra Ente Farnese, Fai e l'Ordine degli Architetti sancisce un nuovo sodalizio finalizzato a valorizzare la città e i suoi beni artistici e ambientali

L'Ente Farnese ha ingrossato le fila dei suoi soci accogliendo la domanda del Fai e dell'Ordine degli architetti. Questa nuova partnership è stata ufficializzata con un incontro a palazzo Farnese a cui hanno presenziato Eugenio Gentile, presidente Ente Farnese, Giuseppe Baracchi, presidente dell'Ordine degli architetti e Alberto Valentini, capo delegazione Fai. Hanno partecipato anche Tiziana Albasi, assessore alla Cultura e Antonella Gigli, direttrice dei Musei Civici.

Questo sodalizio è un segnale importante per la città perché sta emergendo il messaggio che la tutela e la valorizzazione dei beni culturali parte dai cittadini. Per questo motivo l'Ente Farnese ha accettato volentieri  le domande di associazione dei due nuovi partner che ora figurano come soci benemeriti.

Le finalità di questi tre protagonisti sono affini in quanto si tratta di tutelare,valorizzare e conservare il patrimonio e l'ambiente e creare occasioni di rinascita per la città specialmente in vista di un'importante occasione come sarà quella di Expo 2015.

Giuseppe Baracchi ha manifestato la ferma volontà che questo legame non si traduca in una mera convenzione ma che abbia una ricaduta collettiva: " Le iniziative che partiranno da questo sodalizio non devono essere elementi di nicchia ma devono coinvolgere tutti ed essere di ampio respiro. Occorre fare squadra e condividere esperienze per il bene civile e sociale, specialmente in previsione di Expo".

Aggiunge che il fattore della conservazione "non deve essere tout court, il nuovo si può legare all'antico creando soluzioni efficaci e innovative. Bisogna aprirsi al mondo e non essere refrattari verso la novità".

L'assessore Tiziana Albasi ha concluso l'incontro sottolineando che “L'elemento di dialogo fondante questa partnership è un segnale importante dal momento che attraverso il dialogo e il confronto si impara sempre qualcosa e si arriva ad una meta condivisa”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo futuro per l'Ente Farnese grazie al Fai e all'Ordine degli Architetti

IlPiacenza è in caricamento