menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un tampone su dieci è positivo, raddoppiano i piacentini in isolamento

Nell’ultima settimana effettuati 10mila tamponi, un piacentino su 10 risulta positivo. Baldino: «Paghiamo la vicinanza con la Lombardia». Ritardi di 2-3 giorni nei tracciamenti dei contatti: «Ora 60 persone lavorano per questa attività». Oltre quattromila in isolamento

Nell’ultima settimana presa come riferimento dall’Ausl di Piacenza, quella dal 26 ottobre al 1 novembre, sono stati effettuati 9954 tamponi, che hanno portato ad accertare 963 positivi in città e provincia. «Siamo a quasi diecimila tamponi in sette giorni – riflette il dg dell’azienda sanitaria locale Luca Baldino -, ovvero un incremento del 30% rispetto alla settimana precedente. I positivi sono il 58% in più, mentre la media regionale tocca l’86%».

1-21-22 2-16-3

Su mille abitanti, 3,4 sono positivi. In Emilia-Romagna questo tasso è del 2,5%. «Bologna e Modena stanno avendo numeri alti – commenta il dg-, la Romagna è invece sotto controllo. Mentre è del 9,7% la percentuale di positivi per tamponi refertati. Ormai un piacentino su dieci che fa il tampone è positivo, il dato è ovviamente in aumento: era dell’8% la settimana precedente. In regione attualmente il dato è fermo all’8,7%.3-10-2

L’Ausl che fa? «Continuiamo con l’incremento dell’attività. Abbiamo ancora possibilità di aumentare il numero di tamponi – osserva Baldino - siamo in una situazione migliore rispetto a quello che succede in Italia. Paghiamo il fatto di essere molto vicini alla Lombardia, per questo il nostro dato è a metà tra quelli dell’Emilia-Romagna e quelli della Lombardia».

ISOLAMENTI E SCUOLE

Nel frattempo è raddoppiato il numero di piacentini in isolamento in sette giorni: da 2016 a 4024.

Negli ultimi sette giorni 82 nuovi positivi nel mondo scolastico (75 sono studenti) e 132 persone in isolamento. «Non c’è distinzione tra le età scolastiche, il Covid impatta allo stesso dalle scuole d’infanzia alle superiori. Adesso vedremo gli effetti sulle scuole superiori che aumentano la didattica a distanza».

4-38-11

ASINTOMATICI

Nelle settimane precedenti gli asintomatici erano calati nettamente. In questa settimana sono tornati ad essere la maggioranza dei casi refertati (il 62%). «È troppo presto per capire se questa inversione di tendenza si stabilizzerà – commenta Baldino -. Piacenza ha più positivi rispetto all’Emilia-Romagna, ma meno pazienti ricoverati in terapia intensiva e nei reparti Covid (se parametriamo in base al numero di abitanti). Significa che la medicina territoriale e l’attività delle Usca funzionano, curando a casa riusciamo ad avere un impatto e scongiurare l’approdo in ospedale».

5-30-21

I COMUNI

«Non esiste alcun comune non toccato dal fenomeno, tranne Zerba. La città aveva la metà dei contagiati, ora ne ha un po’ meno, segno che il virus si è sparso sul territorio. Rimane però concentrato sulla fascia di comuni di pianura e vicini alla Lombardia».

«Ottima notizia il fatto – aggiunge il dg Ausl - che il virus non si stia diffondendo tra la fascia più anziana della popolazione».

7-3-14

Attualmente l’azienda fa sapere di avere «una media di 8-9 pazienti con il casco per l’ossigeno e di non aver mai superato la soglia di tre pazienti intubati nello stesso momento». «Su questo fronte la situazione non è paragonabile a quella di marzo e aprile». Aumentano i positivi notevolmente, ma non i ricoveri complessivi, che sono 110 (99 con malattia "in corso"). 

6-6-24 8-16

I DECESSI

Nelle ultime due settimane sono avvenuti più decessi, sei. «Erano persone con età avanzata, ma c’è anche un 64enne che non aveva rilevanti problemi di salute».

I TRACCIAMENTI

«La scorsa settimana – conclude il dg Baldino – abbiamo riscontrato qualche criticità nel tracciamento dei contatti di positivi accertati. Ovvero abbiamo accumulato 2-3 giorni di ritardo. In alcune regioni il ritardo è di 2-3 settimane. La priorità viene sempre data alle scuole, ma sono cosciente delle lamentele sui tempi. C’è stato qualche ritardo nell’analisi dei contatti stretti proprio in questa settimana. Ora lavorano 60 persone per questa attività, negli ultimi giorni stiamo recuperando i ritardi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento