Università Cattolica, l'incontro con Formica e l'elogio all'ignoranza creativa 

"Un po' di ignoranza serve davvero per innovare?" E’ da questa tesi provocatoria che prenderà il via il dibattito che venerdì 27 novembre il professor Paolo Rizzi proporrà ai propri studenti del corso di Politica economia con l'intervento del professor Piero Formica, fondatore dell'International Entrepreneurship Academy

Università Cattolica

"Un po' di ignoranza serve davvero per innovare?" E’ da questa tesi provocatoria che prenderà il via il dibattito che venerdì 27 novembre il professor Paolo Rizzi proporrà ai propri studenti del corso di Politica economia con l'intervento del professor Piero Formica, fondatore dell'International Entrepreneurship Academy, Senior Research Fellow dell’International Value Institute presso la National University of Ireland (Maynooth, Dublin) e direttore di un laboratorio di sperimentazione di startup innovative presso il centro di imprenditorialità  della stessa università.

Introdotto dal professor Enrico Ciciotti del Laboratorio di Economia locale dell’università Cattolica, Piero Formica illustrerà quel processo di "ignoranza creativa" che è alla base della creazione di ricchezza evidenziando i vantaggi dell'ignoranza in relazione alla capacità di produrre innovazione, vero motore dell’economia. Un’ignoranza (creativa) che lo stesso Formica definisce “una perturbazione che illumina i non esperti, che non hanno una mappa della conoscenza a cui affidarsi e per questo creano percorsi inediti”.

L'incontro di venerdì chiuderà il percorso proposto dal professor Rizzi con l'obiettivo di introdurre nelle sue lezioni "Nuovi modi di interpretare e analizzare le politiche economiche. Con ingegno e creatività". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento