Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

«In Emilia Romagna vaccinati prima gli insegnanti dei poliziotti. E' sbagliato, Bonaccini intervenga»

Nota del sindacato di polizia Siap: «Maggiore attenzione a chi è in prima linea nella tutela dell'ordine sociale in questo momento di grande crisi»

(Reperotrio)

"Da quello che apprendiamo in alcune regioni hanno iniziato a vaccinare gli appartenenti alle forze di polizia e al settore scuola, così come era previsto. In Emilia Romagna, allo stato attuale, pare che le forze di polizia saranno vaccinate successivamente ai lavoratori del settore scuola. Questa vaccinazione dovrebbe iniziare da lunedì prossimo. Bene la vaccinazione al settore scuole, ma ancora una volta notiamo che le donne e gli uomini della Polizia di Stato, e di tutte le altre forze di polizia, a differenza di quanto avviene in altre regioni, non avrebbero la considerazione che meritano". Così il Sindacato Italiano Appartenenti Polizia (Siap) dell'Emilia-Romagna interviene tramite una nota firmata dal segretario regionale Sandro Chiaravalloti.

"Se ciò si dovesse concretizzare, e pare proprio di sì, ancora una volta le donne e gli uomini in divisa, ritenuti indispensabili per il controllo della sicurezza in questo delicato momento di crisi sanitaria e lavorativa, saranno nuovamente umiliati. Non possiamo tollerarlo. Solo il senso di responsabilità che ci impone il nostro mestiere in questo periodo di tensione sociale, e in rispetto dei sanitari e di chi fa fatica ad andare avanti con il lavoro, non ci consente una manifestazione davanti agli uffici della Regione Emilia-Romagna. Tuttavia, se non verranno presi provvedimenti, non escludiamo qualche iniziativa pacata di dissenso democratico".

"Chiediamo con forza al presidente Stefano Bonaccini una inversione di marcia e una maggiore attenzione a chi da un anno, senza esitazione e ininterrottamente, pagando sulla propria pelle anche le incertezze dell’inizio della pandemia, è in prima linea a sostenere e a non far vanificare il lavoro dei sanitari, contenendo le tensioni sociali con sempre più tolleranza e rispetto di chi sta perdendo il lavoro e fa fatica ad andare avanti. Ancora una volta, in assenza dei fatti, mi chiedo se davvero siamo ritenuti indispensabili solo a parole".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«In Emilia Romagna vaccinati prima gli insegnanti dei poliziotti. E' sbagliato, Bonaccini intervenga»

IlPiacenza è in caricamento