Vandalizzano tredici auto al Quartiere Roma, presi e denunciati

Tre persone hanno vandalizzato tredici auto in pochi minuti riuscendo a spaccare finestrini e lunotti, ma sono state prese dalle volanti della polizia in via Scalabrini

Una delle auto danneggiate, sotto il questore Salvatore Arena e due poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia

Hanno vandalizzato tredici auto in pochi minuti riuscendo a spaccare finestrini e lunotti, ma sono stati presi dalle volanti della polizia in via Scalabrini. Diverse le segnalazioni dei residenti che hanno subito chiamato il 113 spaventati da quanto sta accadendo. Anche una pattuglia dell'Ivri li ha visti e seguiti fino a quando sono stati bloccati e portati in questura. Nei guai per danneggiamento aggravato e continuato in concorso sono tre finite persone: un 17enne marocchino, e due italiani di 40 anni e di 20 anni che nella serata del 22 gennaio, senza alcuna ragionquestore salvatore arena-3e, hanno compiuto un raid vandalico in piazzale Libertà, in via Alberoni, ai Giardini Merluzzo, e in via Scalabrini dove sono stati bloccati.

Sono riusciti a spaccare lunotti e specchietti di numerose auto, prendendole anche a calci e pugni. "Si tratta di irresponsabili  - ha commentato il questore Salvatore Arena - che vogliono emulare le gesta di idioti criminali, come è successo a Napoli qualche giorno fa. Ringrazio i cittadini che ci hanno chiamato. E che ci hanno permesso di identificarli e bloccarli questo dimostra un controllo del territorio che funziona ed è efficace. Con la presenza del Reparto Prevenzione Crimine abbiamo più che raddoppiato la presenza di uomini della polizia di stato. E continueremo in questa direzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento