rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Baia del Re / Via C. Calciati, 21

Vede l'amico rubare, lo denuncia e i carabinieri scoprono che deve fare tre anni di carcere

Ruba un cellulare, l'amico lo sgrida e lo fa arrestare. E' successo sabato 17 marzo in via Calciati al centro scommesse. Nei guai un 25enne marocchino che doveva scontare quasi tre anni di carcere per furto e rapina

Ruba un cellulare, l'amico lo sgrida e lo fa arrestare. E' successo sabato 17 marzo in via Calciati. Nel pomeriggio due marocchini di 20 e 25 anni erano al centro scommesse per vedere una partita insieme ad altri uomini, ad un certo punto il 25enne si era alzato e aveva sfilato dalla giacca di uno di questi il cellulare, poi si era di nuovo seduto vicino all'amico che, fanno sapere i carabinieri della stazione di Piacenza Principale, non aveva gradito il gesto del connazionale e lo aveva redarguito. I due dopo un po' erano usciti. Il 20enne poche ore dopo si era presentato  in caserma in via Beverora con il cellulare rubato dall'amico e aveva raccontato tutto ai carabinieri che avevano avviato le indagini. I militari hanno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza del locale: il racconto del 20enne corrispondeva ai fatti e si sono quindi messi sulle tracce del ladro. Nei giorni scorsi hanno scoperto che il 25enne era gravato da un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Bologna a febbraio: doveva scontare, per un cumulo di pene, due anni e undici mesi di reclusione per furto e rapina. I militari lo hanno quindi arrestato a Reggio Emilia, dove risiede, e portato in carcere nella giornata del 22 marzo. Per il furto di cellulare è stato denunciato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vede l'amico rubare, lo denuncia e i carabinieri scoprono che deve fare tre anni di carcere

IlPiacenza è in caricamento