Cronaca

Vendita della Rocca Pescarola, chiesta l’assoluzione per l’unico imputato

Ceduta a un milione invece di 1,8 milioni: distrazione di beni. Per la procura non è stata raggiunta la prova. La difesa: il prezzo era congruo, perché il mercato immobiliare era in crisi. La parte civile, invece, ha chiesto la condanna

E’ in dirittura di arrivo, dopo 11 anni, il processo per la vendita della Rocca Pescarola. L’inchiesta era cominciata nel 2009. Il 24 novembre, il pm Daniela Di Girolamo ha chiesto l’assoluzione dell’unico imputato rimasto, Enzo Gazzola (nel luglio 2019 era stato assolto dal giudice per l’udienza preliminare Luciano Arici). Gazzola, difeso dall’avvocato Francesco Macrì, è accusato di distrazione di beni. Anche Macrì ha chiesto l’assoluzione. A chieder e la condanna, invece, è stato l’avvocato Vincenzo Graniero (Foro di Salerno) con il quale si sono costituiti parte civile gli affittuari del locale.

Secondo le accuse, Arici, che era amministratore della società immobiliare Bellitalia, aveva acquistato da Gazzola, amministratore della fallita Rocca Pescarola, il celebre immobile a Pittolo per un milione di euro. La valutazione di mercato, però, sarebbe stata di 1,8 milioni. Una presunta distrazione di denaro dal patrimonio della Rocca Pescarola, secondo la procura. Il pm ha chiesto l’assoluzione al collegio dei giudici - presidente Gianandrea Bussi,a latere Laura Pietrasanta e Ivan Borasi - perché non è stata raggiunta la prova della distrazione del denaro.

In aula è stato sentito anche il perito di parte di Gazzola. Secondo il tecnico, quell’anno il mercato immobiliare era in crisi e il prezzo di un milione era stato ritenuto congruo. Su questo si è innestata la difesa dell’avvocato Macrì, secondo il quale la perizia della procura era eccessiva non provava che ci fosse stato un accordo illecito. Inoltre, quello era l’unico prezzo possibile per arrivare a una vendita. La sentenza è stata fissata prima di Natale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita della Rocca Pescarola, chiesta l’assoluzione per l’unico imputato

IlPiacenza è in caricamento