«Venite, ci sono uomini armati»: i carabinieri trovano cocaina, fucile e munizioni

«Venite subito, ci sono tre persone armate in strada» ma quando i carabinieri sono arrivati hanno trovato un pusher e i suoi due clienti. In manette un 53enne pregiudicato piacentino. E' successo a Cortemaggiore

Al centro il comandante del Nucleo Investigativo dei carabinieri, il colonnello Massimo Barbaglia

«Venite subito, ci sono tre persone armate in strada» ma quando i carabinieri sono arrivati hanno trovato un pusher e i suoi due clienti. E' successo nella serata del 22 settembre in via Firenze a Cortemaggiore. Dopo la chiamata alla centrale operativa da parte di un cittadino che segnalava tre persone sospette, immediatamente sono stati mandati sul posto i carabinieri di Corte, Caorso e gli uomini del Nucleo Investigativo di Piacenza, guidati dal colonnello Massimo Barbaglia. 

I militari hanno così bloccato tre uomini, due italiani e un egiziano e hanno capito, dopo alcuni controlli, che un piacentino era lo spacciatore, e gli altri due i clienti che avevano appena comprato qualche dose di cocaina. In manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio è finito un 53enne del paese, pregiudicato per droga, nullafacente e assuntore abituale di stupefacenti, i due invece sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori. 

Nella casa dell'uomo, poco distante dal luogo dello scambio, i carabinieri con l'avvocato del 53enne, hanno trovato sul tavolo della cucina 110 grammi di cocaina in sassi (avrebbero potuto essere trasformati in 250-500 dosi in base al taglio), materiale per il confezionamento per le dosi, bilancini di precisione, e cucchiai per fumare il crack. I carabinieri hanno anche perquisito una cascina di San Pietro in Cerro di sua proprietà dove hanno trovato un fucile ad aria compressa e più di cento munizioni per tre differenti armi che però non sono state trovate, per questo l'uomo è stato denunciato per ricettazione e detenzione abusiva di munizionamento. L'uomo, su disposizione del pm Matteo Centini, è stato portato alle Novate: nei prossimi giorni sarà processato per direttissima. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento